Home Musica

Qual è il brano di River Phoenix che il fratello Joaquin ha citato agli Oscar?

'Rolling Stone' ha contattato un vecchio compagno di band di River per scoprirlo

Joaquin e River Phoenix

Foto: Chris Pizzello/Invision/AP/Shutterstock; Fairchild Archive/Penske Media/Shutterstock

Quando Joaquin Phoenix ha vinto l’Oscar come miglior attore per Joker domenica sera, ha citato una canzone che il fratello River aveva scritto da adolescente: “Run to the rescue with love and peace will follow”. Ma di quale brano stiamo parlando?

Rolling Stone ha contattato Josh Greenbaum, che faceva parte della band Aleka’s Attic insieme a River e ricorda: “È stato molto tempo fa, si tratta di una delle canzoni che Riv aveva scritto prima della nostra collaborazione. E non abbiamo mai suonato il pezzo insieme. Con me, voleva concentrarsi su materiale che era stilisticamente diverso – più avanzato e sperimentale dal punto di vista musicale”.

Nonostante questo, Greenbaum pensa di ricordare il nome della melodia: Halo. Il libro di Tad Friend del 2001, Lost in Mongolia: Travels in Hollywood and Other Foreign Lands dà credito alla sua testimonianza, raccontando che, durante le riprese di Belli e dannati nel 1991, River Phoenix aveva suonato con Flea e altri attori del film, “cantando proprio quel testo che Phoenix aveva scritto per sé e la sua band, gli Aleka’s Attic – “Run to the rescue with love and peace will follow”, oppure “Hey, lo, where did your halo go?”.

Belli e dannati, diretto da Gus Van Sant, è una libera interpretazione dell’Enrico IV di Shakespeare: River e Keanu Reeves interpretano due truffatori gay che diventano amici e partono per un viaggio che cambierà profondamente entrambi.

Greenbaum non sa di preciso dove si trovi la registrazione di Halo ora. “Ho un sacco di cassette in archivio che non ho ancora avuto l’opportunità ascoltare, e c’è una possibilità davvero remota che una canzone tanto vecchia sia effettivamente su uno di quei nastri”, dice. “Anche se così fosse, River mi avrebbe dato quella traccia all’inizio della nostra collaborazione e, pure se esistesse, non so se si sentirebbe ancora. Dopotutto, stiamo parlando di trent’anni di stoccaggio, con diversi traslochi nel mezzo, sbalzi di temperatura e condizioni non certo ottimali”.

River, che è morto nel 1993 a causa di un’overdose fuori dal Viper Room, noto club di Hollywood, era un idolo degli adolescenti, un musicista e un attivista, proprio come il fratello Joaquin. È stato nominato all’Oscar nella categoria miglior attore non protagonista per Vivere in fuga (1988) e ha vinto la Coppa Volpi a Venezia e l’Indipendent Spirit Award per il suo ruolo in Belli e dannati.

Leggi anche