Top DJ entra nel vivo della competizione: la playlist del giudice Stefano Fontana | Rolling Stone Italia
Home Musica Playlist

Top DJ entra nel vivo della competizione: la playlist del giudice Stefano Fontana

Le cose si fanno serie a Top DJ, giudicate voi stessi dalla playlist che ci ha assemblato il giudice che risponde all'alias di Stylophonic

A TOP DJ non si scherza più. Dopo 2 puntate di casting, i tre giudici di TOP DJ Albertino, Stefano Fontana e Lele Sacchi hanno scelto i 10 concorrenti che entrano ufficialmente in gara.

Questa volta è il turno di Stefano Fontana aka Stylophonic, che ci ha mandato una top ten dei suoi brani preferiti. Ci tiene a precisare che l’ordine è casuale — ama queste bombe classic incondizionatamente, senza classifiche.

1. Kraftwerk “Musique non stop” (1986)
Penso che non sarei mai potuto nascere in un mondo senza i kraftwerk. Loro sono una fonte d’ispirazione continua, perché hanno ispirato i beat hip hop e tutta la musica elettronica moderna. Ascoltate tutta la loro discografia per credere. Essenziale!

2. Beastie Boys “Shake your Rump” (1989)
I miei idoli assoluti, la band che mi ha cambiato la vita. Questo pezzo è tratto dall’album Paul’s Boutique, un capolavoro prodotto dai Dust Brothers, disco che ha ispirato gente come Fatboy Slim, i Chemical Brothers, Prodigy e tutto il movimento big beat.

3. Rhythm is Rhythm “Strings of Life” (1987)
Questo classico di Derrick May racchiude tutto il movimento techno di Detroit, con i suoi ritmi ipnotici, melodie e armonie memorabili. Un feeling senza tempo, per me è come la musica classica.

4. Zapp & Roger “(Everybody) Get Up” (1991)
La pazzia, i colori, i virtuosismi, le melodie strampalate, i suoni pazzeschi di alcuni musicisti americani che hanno reinventato il funk usando il talkbox come nessun altro al mondo. Talento allo stato puro!

5. Daft Punk “Around The World” (1997)
Quell’album, Homework uscito nel 1997 e questo singolo insieme a “Da Funk” sono arrivati a noi come meteoriti da un pianeta sconosciuto. La sintesi perfetta tra house music, techno, acid house, funk in 73 minuti di pazzia e creatività totale.

6. Public Enemy “Rebel Without the Pause” (1988)
Yes the rhythm ,the rebel, without a pause……che altro dire? Le rime del secolo! La colonna sonora della mia adolescenza, insieme ai Beastie Boys.

7. Chemical Brothers “Saturate” (2007)
Tom è un amico ed una persona speciale come la musica che compone con il socio Ed. E’ il perfetto incrocio tra rock ed elettronica. Saturate è una bomba in puro stile break acid house, amo tutta la loro discografia.

8. Stardust “Music Sounds Better With You” (1998)
La canzone sample based (campione di Chaka Khan) più importante della musica dance, un viaggio lisergico dentro un loop infinito che ha come mantra la linea melodica vocale di Benjamin Diamond… un masterpiece assoluto, frutto del genio di Thomas Bangalter e Alan Braxe.

9. De La Soul“My, Myself and I” (1989)
Partirei dalla rima “De La Soul is from the soul” L’album 3 feet high and rising che contiene My,myself and I è un mix di campionamenti etnici, funk, ska, rock, blues, pop che mai si erano sentiti prima nel rap. Puro house party jam!

10. Missy Elliott“Get Ur Freak on” I (2001)
Capolavoro di produzione, rime e songwriting! Con questa canzone, Timbaland ha cambiato totalmente le regole del gioco.

Altre notizie su:  Stefano Fontana