Home Musica Playlist

La playlist di Chuck D

Cinque pezzi vecchi e nuovi commentati dal rapper dei Public Enemy

Chuck D racconta cinque pezzi vecchi e nuovi

Chuck D racconta cinque pezzi vecchi e nuovi

È uscito da poco un nuovo disco dei Public Enemy, così abbiamo chiesto al “ribelle senza pausa” che cosa pensa di queste cinque canzoni, che vengono dal passato e guardano al futuro.

1. “Honky Tonk Women” The Rolling Stones

Il loro show a Hyde Park nel 1969 ha dato ritmo alle mie ossa. Il fill di batteria di Charlie Watts nella seconda strofa è quasi hip hop!

2. “Fuck tha Police” N.W.A.

Ice T e King Tee avevano sollevato il tema della brutalità della polizia: i N.W.A. con questa canzone l’hanno mandato in orbita.

3. “Hyperbolicsyllabicsesquedalymistic” Isaac Hayes

La Bomb Squad dei Public Enemy si divertiva a ritrovarsi per mixare canzoni. Questa aveva un pezzo che restava dentro, e l’ho usato nel finale di Black Steel in the Hour of Chaos.

4. “King Kunta” Kendrick Lamar

Mi piace il fatto che a Kendrick non interessa affatto se l’ascoltatore resta in piedi, mentre lui gli fa a fette il cervello. Lui riempie ogni spazio con un sacco di roba forte.

5. “Turn Down for What” DJ Snake & Lil Jon

È quel tipo di canzone in cui il riff può andare avanti per un quarto d’ora. Dicono che sia stato James Brown a inventarlo.

Questo articolo è stato pubblicato su Rolling Stone di ottobre.
Potete leggere l’edizione digitale della rivista,
basta cliccare sulle icone che trovi qui sotto.
rolling-appstorerolling-googleplay

Altre notizie su:  Chuck D