Home Classifiche Liste

Non sapete che musica ascoltare durante l’isolamento? Copiate le rock star

Dai consigli macabri di Ozzy Osbourne alle canzoni da accoppiare alle fasi della quarantena scelte da Dave Grohl, ecco le playlist stilate dai musicisti durante il lockdown

Ozzy Osbourne

Foto: Martyn Goodacre/Getty Images

Alcune cose che sapete tutti: siamo in isolamento forzato da più di un mese, la musica si è fermata quasi del tutto e probabilmente non vedremo un concerto per mesi, forse non prima dell’autunno del 2021. Gli artisti hanno reagito all’isolamento in tanti modi diversi, organizzando concerti casalinghi, dirette social e raccolte fondi. Qualcuno, come i musicisti di questa lista, ha creato delle playlist a tema: Dave Grohl ha selezionato la musica giusta per tutte le fasi dell’isolamento; Ozzy Osbourne ha scelto una serie di canzoni a tema, da Solitude dei Sabbath a You Sound Like You’re Sick dei Ramones; Harry Styles ha guidato i fan tra la musica che l’ha influenzato di più. Se non sapete che musica ascoltare in questo periodo folle, le 10 playlist che trovate qui sotto sono un buon modo per iniziare. 

Dave Grohl

“Per superare questo periodo difficile è importante riconoscere tutte le fasi dell’isolamento e dell’ansia, e accoppiarle con il giusto sottofondo musicale”, ha scritto Dave Grohl della sua playlist pubblicata sull’Atlantic. Si parte con Let’s Go dei Cars: “Avete comprato abbastanza pasta per un mese, avete contato ogni singolo strappo di carta igienica e aggiunto comode maniglie alle bottiglie di alcolici. Siete pronti!”, spiega il frontman dei Foo Fighters. La playlist continua così, tra Alice Cooper, LCD Soundsystem, Smashing Pumpkins e Beatles.

Harry Styles

Costretto ad annullare il tour di promozione per il suo ultimo album, Harry Styles ha parlato del suo isolamento in un’intervista – rigorosamente via FaceTime – con Zane Lowe. L’ex One Direction ha approfittato dell’occasione per parlare degli artisti e delle canzoni che l’hanno influenzato di più, un lungo elenco di classici raccolti nella sua playlist da quarantena. Ci sono gli Zombies, Bill Withers, i Kinks, Otis Redding, Etta James, Simon & Garfunkel e tanti altri.

Ozzy Osbourne

Dopo aver pubblicato una serie di post incredibili – Ozzy nello spazio per parlare di distanziamento sociale, Ozzy nella vasca per sottolineare l’importanza dell’igiene personale, Ozzy vestito da coniglio per festeggiare la Pasqua –, il principe delle tenebre si porta a casa il premio per la migliore playlist a tema pandemia. Nella sua Isolation Insanity Playlist ci sono Solitude dei Black Sabbath, You Sound Like You’re Sick dei Ramones, Please Don’t Touch dei Girlschool, Sick Again dei Led Zeppelin e così via.

Calibro 35

I vari membri dei Calibro 35 hanno reagito alla pandemia in modi diversi: Enrico Gabrielli, per esempio, è a Torino e fa “concerti per balconi interni” per i vicini di casa, mentre il chitarrista Max Martellotta continua a scrivere nel suo studio casalingo. Nel frattempo, sui social del gruppo è partita una sorta di rubrica a puntate piena di cose interessanti da vedere, leggere e ovviamente ascoltare. Tra queste c’è la serie di playlist VIRUS, tra cui segnaliamo quella dedicata alle composizioni di Ennio Morricone.

Cristiano Godano

Foto Ernesto Notarantonio / IPA

Come ci ha raccontato nell’intervista per la rubrica Rock-the-casah, Cristiano Godano sta passando l’isolamento a Roma, lontano da i suoi dischi e in un posto dove “il tempo scorre in modo strano”. Il leader dei Marlene Kuntz è uno degli artisti più attivi in questo periodo: dirette Instagram, poesie e racconti inediti e ovviamente anche una playlist. Anzi, una serie di playlist scelte insieme ai fan. La prima è una raccolta delle canzoni più “intense e commoventi” che Godano abbia mai ascoltato, scelte “andando a memoria e ripescando tra gli ascolti di una vita”. Ci sono Bob Dylan, Leonard Cohen, Lucio Dalla, Nick Cave, i Sonic Youth e i CCCP.

Bruce Springsteen

Foto: Rob DeMartin © 2019 WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC.

“Ciao! È Bruce Springsteen che vi parla, dalla mia casa direttamente nella vostra con un po’ di musica per questi tempi difficili”. È iniziata così la diretta radio del Boss che, ospite del canale tematico ‘E Street Radio’ di Sirius XM, ha raccontato come sta vivendo questo momento e che musica ascolta per trovare conforto. “Mi sento come se stessi guardando al confine dell’apocalisse”, ha detto. Nella sua playlist ci sono Roy Orbison, Morrissey, John Prine, Sam Cooke con i Soul Stirrers, Common, Bob Dylan e Bon Jovi.

Jamie XX

Foto di Flavien Prioreau

Foto di Flavien Prioreau

“Alla fine dello scorso anno mi sono divertito molto suonando nuova musica durante delle raccolte fondi”, ha scritto Jamie XX su Instagram. “Visto che non ci saranno feste ancora per un po’, ho pensato di rifare la mia playlist e condividere le cose vecchie e nuove che suono sia a casa che in giro”. Oltre alla playlist – che trovate su Spotify –, il produttore ha aggiunto dei link per supportare gli artisti scelti.

Matt Berninger (The National)

I National. Foto: Graham Macindoe

Per Matt Berninger, il frontman dei National, la playlist della quarantena è un progetto aperto e “un’occasione per recuperare tanta bella musica”. Per questo, la sua raccolta Social Distancing Distortion viene aggiornata ogni settimana. All’interno ci sono grandi classici (Bob Dylan, Leonard Cohen e ovviamente John Prine), capolavori anni ’80 (Talking Heads, Galaxie 500), indie rock e persino un po’ di jazz e rap.

Tom Morello

Tom Morello aveva aperto il suo 2020 annunciando la reunion dei Rage Against the Machine, che sarebbero partiti per un tour estivo (prima data al Coachella) proprio nell’anno delle elezioni presidenziali. Il virus ha fermato tutto, almeno per il momento, e il chitarrista ha approfittato dell’isolamento per mettere insieme una serie di gigantesche playlist a tema. Dal meglio dell’heavy metal alla new wave, dalle canzoni di Bob Dylan a quelle di Pink Floyd, U2 e Rolling Stones, Morello ha raccolto abbastanza musica per arrivare fino alla fine della quarantena.

Megadeth

Dave Mustaine dei Megadeth. Foto: Amy Harris/Shutterstock

“Io sono a casa. Mi lavo spesso le mani e ascolto un sacco di musica dei Megadeth. Sto finendo un libro e il prossimo album della band, non vedo l’ora di tornare in tour quando tutto sarà finito”, ha detto Dave Mustaine nel videomessaggio condiviso con i fan direttamente dal suo isolamento casalingo. I Megadeth dovevano partire per un importante tour estivo, ma probabilmente la pandemia renderà tutto impossibile. Per consolare i fan, la band ha pubblicato “una raccolta di canzoni scelte per aiutarvi a superare questo momento strano e incerto”: ci sono i classici del gruppo e pezzi di Ozzy Osbourne, Carcass e Suicidal Tendencies.