Home Musica

«Noi Lacuna Coil, cacciatori di anime»

Andrea Ferro, voce maschile della band italiana più amata all’estero, racconta per Rolling Store lo spirito del nuovo album ‘Black Anima’

Lacuna Coil

L’idea di base dietro a Black Anima è quella di imparare a veicolare la propria energia. Ci sono eventi nella vita che non possiamo controllare, che ci possono distruggere o far crescere, dipende da come riusciamo ad affrontarli e a conviverci. A volte è necessario accettare la sofferenza per poi superarla, accettare i propri limiti e non fingere che vada sempre tutto bene.

Cristina (Scabbia, l’altra cantante del gruppo) ha perso entrambi i genitori a distanza di pochi mesi. Altre perdite ci hanno colpiti negli ultimi tre anni. Queste persone care ovviamente non sono più con noi fisicamente, ma continuano ad avere una certa presenza dentro ed intorno a noi, nelle nostre energie fisiche, mentali ed emotive.

Abbiamo così deciso di immaginare il disco come un libro che raccolga le storie di queste presenze e ci siamo disegnati come dei “cacciatori di anime” che comunicano con questo aldilà che poi in realtà è parte integrante del nostro presente. Abbiamo anche fatto disegnare appositamente dall’artista americano Micah Ulrich un mazzo di carte in stile tarocchi costruito su misura su ognuna delle canzoni del disco che sarà disponibile nell’edizione limitata del cd. Ci siamo anche immaginati che queste carte possano essere una sorta di veicolo di comunicazione con queste anime.

Black Anima è forse il nostro disco più completo stilisticamente ed è anche, secondo noi, uno specchio dei tempi estremi che stiamo vivendo dove nulla sembra avere una logica. È il nostro disco più “esoterico” e spirituale.

Leggi anche