Home Musica

No, i Talking Heads non si stanno per riunire. Parola di David Byrne

Fan e siti hanno fantasticato su una reunion della band dopo l’attivazione di un account ‘ufficiale’ Instagram. Ma il cantante ha smentito. Ecco tutta la storia

I Talking Heads nel 1977. Da sinistra, Chris Frantz, Tina Weymouth, David Byrne, Jerry Harrison

Foto: Gijsbert Hanekroot / Redferns

David Byrne ha messo a tacere le voci circa una possibile reunion dei Talking Heads. Erano state alimentate dall’attivazione di un account di Instagram legato alla band presentato come ‘ufficiale’, ma non verificato.

Martedì scorso, i fan hanno scoperto l’esistenza di @talkingheadsofficial, che si è presentato come “account Instagram ufficiale dei Talking Heads”. L’account, che non aveva ancora postato alcun contenuto, era collegato a una pagina merchandising ufficiale della band, o presunta tale, presso Hi Fidelity Entertainment.

Dopo l’inatteso annuncio della reunion di Rage Against the Machine dato proprio da un account Instagram non verificato, i fan dei Talking Heads hanno sperato che qualcosa di simile stesse per accadere; al momento, @talkingheadsofficial ha 18.100 follower, all’inizio della settimana erano meno di 1000.

Tuttavia, David Byrne ha detto a Rolling Stone di “non sapere nulla di questo account. Non so cosa sia o chi ci sia dietro, quindi evidentemente non può essere un account ufficiale dei Talking Heads. Qualunque siano i progetti degli altri membri della band, sono affari loro e auguro loro ogni bene”.

Anche il batterista Chris Frantz è perplesso dall’improvvisa comparsa del profilo Instagram. Dopo che un fan sulla sua pagina Facebook ha chiesto informazioni circa la possibile reunion, il batterista ha risposto: “È quel che vorrei sapere anch’io”. Parlando con Rolling Stone, Frantz e Tina Weymouth, compagna sia nei Talking Heads che nei Tom Tom Club, hanno escluso ogni reunion: “Qualche giorno fa siamo stati informati dell’esistenza di quell’account Instagram che è stato creato da qualcuno che lavora con [il tastierista e chitarrista dei Talking Heads] Jerry [Harrison]”, spiegano i due. “Non ne abbiamo ancora parlato fra di noi. Al momento stiamo tutti lavorando felicemente ai nostri progetti e non si parla di reunion”.

Secondo Variety, l’account è stato creato dal manager di Harrison in concomitanza con un tour per il quarantesimo anniversario di Remain in Light, capolavoro del gruppo del 1980, che prenderà il via il prossimo luglio (né Harrison, né il CEO di Hi Fidelity Entertainment Howard Schomer hanno risposto alla nostra richiesta di commentare i fatti).

Nel 2018, in un’intervista a Rolling Stone, Byrne è apparso deciso a non riunire il gruppo. “Vedo quel che accade agli altri gruppi che si riuniscono. La reunion dà vita a una seconda reunion e poi a una terza. Per i Pixies, è diverso, stanno finalmente avendo il successo che meritavano secoli fa. Ma in altri casi, sembra proprio che le band non abbiano niente di nuovo da dire, sembrano puri esercizi di nostalgia. Ed è una cosa che a me non interessa”.

I quattro membri principali dei Talking Heads si sono esibiti insieme l’ultima volta nel 2002, alla cerimonia di ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame.

Altre notizie su:  David Byrne Talking Heads