Home Musica News Musica

‘Wish You Were Here’, i biglietti dei concerti “della vita” illustrati dai fumettisti italiani

Il nuovo progetto di ‘This Is Not a Love Song’ trasforma 32 live storici in altrettanti biglietti e manifesti esclusivi, illustrati da Baronciani, Nova, Enrico Pantani e altri. Parte del ricavato andrà a 10 club

Un dettaglio del biglietto degli Smiths disegnato da Alessandro Baronciani

I Pink Floyd a Venezia nel 1989. I Queen a Wembley nel 1986. I Nirvana al Bloom di Mezzago nel 1991. I Beatles sul tetto nel 1969. Sono solo alcuni dei concerti più importanti della storia della musica che, grazie al nuovo progetto di This Is Not a Love Song, verranno reinterpretati dai migliori fumettisti italiani.

È “Wish You Were Here”, l’iniziativa in crowdfunding dedicata ai live a cui tutti avremmo voluto assistere. Si tratta di 32 concerti storici, che verranno trasformati in 32 biglietti e 32 manifesti esclusivi, per sostenere 10 live club in difficoltà a causa della pandemia (ci sono l’Hiroshima Mon Amour di Torino, il Locomotiv Club di Bologna, il Monk di Roma e tanti altri). Il progetto verrà finanziato in crowdfunding, attivo dal 24 maggio al 30 giugno su Produzioni dal Basso.

Manifesto e biglietto dei Pink Floyd, disegnati da Antonio Pronostico

Le illustrazioni saranno a cura di alcuni tra i migliori fumettisti italiani, tra cui Alessandro Baronciani, Nova, Enrico Pantani, Eliana Albertini, Marco Cazzato, Antonio Pronostico, Ludovica Fantetti, Paolo Bacilieri, Elisa Caroli, Serena Schinaia, Vit Moretta, Davide Bart Salvemini, Viola Niccolai, Grazia Sacchi, Hurricane Ivan, Giulia Pex, TommyGun, Stefano Zattera, Isabella Bersellini, Samuele Canestrari, Officina Infernale e Testi Manifesti.

Ogni disegnatore, spiega il comunicato di lancio, «si è calato nel contesto storico relativo al concerto scelto e ha approcciato il progetto grafico del manifesto come se glielo avesse commissionato la band stessa, pur mantenendo il proprio stile attuale e giocando col “senno di poi”». In più, sul retro di ogni biglietto saranno raccolte le testimonianze di chi quel concerto l’ha visto davvero. Sui manifesti, invece, ci sarà la scaletta della serata.

Battiato al Teatro Greco di Segesta. Illustrazione di Giulia Pex

Per quanto riguarda i concerti, oltre ai già citati ci saranno anche i Cure a Parigi nel 1992, i CCCP alla festa dell’Unità di Firenze nel 1986, Jimi Hendrix a Roma nel 1968, i Clash a Bologna nel 1980, Bob Marley a San Siro. Poi David Bowie, De André + PFM, Smiths, Jeff Buckley, Pearl Jam, Britney Spears, Daft Punk, R.E.M. + Radiohead, Bikini Kill, Black Flag, Nico, Fugazi, Bruce Springsteen, Boards Of Canada, Nina Simone e tanti altri. Ecco la lista completa:

001- David Bowie – Santa Monica Civic Auditorium – Santa Monica – October 20 1972 – Marco Cazzato
002- Franco Battiato – Teatro Greco di Segesta – Segesta (TP) – 29 luglio 2004 – Giulia Pex
003- Beyoncé + JAY-Z – Stadio San Siro – Milano – July 6 2018 – Isabella Bersellini
004- Jimi Hendrix – Teatro Brancaccio – Roma – May 24-251968 – Stefano Zattera
005- Nirvana – Bloom – Mezzago (MI) – November 17 1991 – Nova
006- CCCP Fedeli alla linea – Festa dell’Unitа – Parco delle Cascine – Firenze – 16 settembre 1986 – TommyGun
007- Descendents – First Avenue – Minneapolis (MN) – USA – July 13 1987 – Officina Infernale
008- Beatles – Rooftop Concert – London – January 30 1969 – Samuele Canestrari
009- Boards Of Canada – All Tomorrow’s Parties – Pontins Camber Sands Holiday Park – England – April 7 2001 – Eliana Albertini
010- Clash – Piazza Maggiore – Bologna – June 1 1980 – Enrico Pantani
011- Pink Floyd – Piazza San Marco – Venezia – July 15 1989 Antonio Pronostico
012- Jeff Buckley – Vidia – Cesena – February 17 1995 – Ludovica Fantetti
013- De André + PFM – Teatro Tenda – Firenze – 13 gennaio 1979 – A m’l rum da me
014- Nico – Teatro Ciak – Milano – April 21 1986 – Paolo Bacilieri
015- Velvet Underground – The Factory – New York (NY) – USA – January 31 1966 – Ilarius
016- Bikini Kill – Capitol Theater – Olympia (WA) – USA – December 9 1994 – Elisa Caroli
017- Pearl Jam – Forum di Assago – Milano – November 13 1996 – Alberto Becherini
018- Elio e le storie tese – Teatro Rosmini – Borgomanero – September 25 1987 – Testi Manifesti
019- Ozzy Osbourne – Veterans memorial Auditorium – Des Moines (IA) – USA – January 20 1982 – Hurricane Ivan
020- Queen – Wembley Stadium – London – July 11 1986 – Davide Bart Salvemini
021- Bob Marley – Stadio San Siro – Milano – June 27 1980 – ADA
022- Bob Dylan – Carnegie Hall – New York – USA – October 26 1963 – Accappatoio
023- Britney Spears – Fila Forum di Assago – Milano – October 24 2000 – Tutte le mele di Annie
024- Cure – Le Zénith – Paris – France – October 19 1992 – Serena Schinaia
025- Smiths – Teatro Tendastrice – Roma – May 14 1985 – Alessandro Baronciani
026- Ramones – Rainbow Theatre – London – UK – December 31 1977 – Vitt Moretta
027- Black Flag – Odissea 2001 – Milano – February 22 1983 – Massimiliano Marzucco
028- R.E.M. + Radiohead – Stadio Cibali – Catania – August 6 1995 – Valentina Restivo
029- Bruce Springsteen – Stadio San Siro – Milano – June 21 1985 – Viola Niccolai
030- Fugazi – Live in front of White House – Lafayette Park – Washington (DC) – USA – January 12 1991 – Illaria
031- Daft Punk – Lollapalooza 2007 – Grand Park – Chicago (IL) – USA – August 3 2007 – Francesca Pignataro
032- Nina Simone – Montreux Jazz Festival 1976 – Montreux – Switzerland – July 3 1976 – Grazia Sacchi