Home Musica News Musica

“We Exist”: Arcade Fire criticati da Laura Jane Grace

La leader degli Against Me! contro il video "transgender friendly" della band canadese: "Scorretto non usare una vera attrice trans"

Laura Jane Grace p.g.c. Big Hassle

Nei giorni scorsi vi abbiamo presentato il video “transgender-friendly” di We Exist degli Arcade Fire con Andrew Garfield, ma il filmato ha creato polemica intorno alla band canadese, ora raggiunto dalle critiche di chi sta passando attraverso lo stesso processo di transizione raccontato dal minifilm.

Laura Jane Grace degli Against Me!, che fino all’anno scorso conoscevamo come Tom Gabel e che ha combattuto per anni con la disforia di genere, ha infatti trovato pubblicamente molto da ridire con l’impianto narrativo della storia del video e su Twitter ha scritto “Cari Arcade Fire, la prossima volta che farete un video per una canzone chiamata We Exist pensate a ingaggiare un’attrice veramente transessuale invece dell’Uomo Ragno”.

Per Win Butler, senz’altro in buona fede ma confuso, la canzone parla di un ragazzo che cerca di confessare al padre di essere gay (… e non trans). Su Twitter Grace ha anche linkato a un articolo che critica in esteso il videoclip elencandone i luoghi comuni: secondo l’autrice Leela Ginella il video sembra comunicare che “tutte le donne transessuali si odiano; vogliono uomini dalle quali sono respinte; e peggio di tutti hanno la calamita per le aggressioni”. Al momento in cui scriviamo, né Garfield né Arcade Fire hanno commentato sul messaggio di We Exist.

Leggi anche