Home Musica News Musica

Uscirà domani ‘Simm’ tutt’uno’, duetto fra Jovanotti e Enzo Avitabile

La collaborazione è nata nel luglio 2019, durante il Jova Beach Party. Nel pezzo è presente anche il sax di Manu Dibango. «Esce per il puro bisogno di stare su un groove», dice Lorenzo

Un particolare della copertina di 'Simm' tutt'uno' di Marco Blackcap e Francesco Dibenedetto

Si intitola Simm’ tutt’uno il duetto inedito fra Jovanotti e Enzo Avitabile che uscirà domani 26 giugno. Il pezzo, che vede i contributi di I Bottari di Portico, Ackeejuice Rockers e Manu Dibango, è liberamente ispirato a Salvamm’o munno, dall’omonimo album di Avitabile del 2004 a cui aveva partecipato Dibango, scomparso nel marzo 2020.

«L’estate scorsa sotto quel sole che sapete sulla spiaggia di Castel Volturno a metà pomeriggio è partita una jam di quelle che sono il motivo per cui amo la musica: unione cosmica in cui tutto è uno», scrive Jovanotti sul suo profilo Facebook riferendosi a una tappa del Jova Beach Party.

La jam non è stata registrata, ma i due si sono ripromessi di incontrarsi di nuovo. «Nei mesi successivi è nata una corrispondenza di file musicali tra me, Enzo, gli Ackeejuice, Fresco, Pinaxa, e poi il virus e poi il caldo che è tornato a farci venire voglia di alzare il volume e questo pezzo che anche se il testo l’avevo scritto a ottobre dell’anno scorso mi parla di adesso. Ci sono due sax che suonano il riff, uno e di Enzo e l’altro è di Manu Dibango, roba grossa, oro per chi è pazzo per la musica e si affida al flusso delle coincidenze».

«Ci tengo a dire che per me fare musica con un maestro come Avitabile è un grande onore, e maestro è chi insegna qualcosa, e lui da sempre insegna ad essere in viaggio nella musica, nel groove, che è una parola che forse in Italia lui ha usato per primo. È un pezzo che esce per il puro bisogno di stare su un groove, di immaginarselo che esce da un impianto spinto oltre il limite con tutte le lancette sul rosso, anche se ve lo ascolterete da un cellulare o dove vi pare».

«Lorenzo è sempre stato un artista, un ricercatore di nuovi linguaggi e forme espressive», dice Avitabile in un comunicato. «Non si è mai rinchiuso in un genere, ha sempre creato un suo genere con uno stile personale e accogliente. Esattamente come in questo brano».

La canzone uscirà in tre versioni: la traccia originale, una firmata da Ackeejuice Rockers e una “extrafunk version” di Leonardo “Fresco” Beccafichi. Avitabile la descrive come «un inno alla vita, un mosaico di umanità, un condominio di anime che danzano a ritmo dell’universo. Con un’aspirazione che è più di una speranza: salvare il mondo». Qui sotto l’artwork curato da Marco Blackcap e Francesco Dibenedetto.

Altre notizie su:  Enzo Avitabile Jovanotti