Una donna è stata condannata per avere cercato di vendere un bootleg di Clapton su eBay | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Una donna è stata condannata per avere cercato di vendere un bootleg di Clapton su eBay

Il marito l’aveva comprato nel 1987, lei l’ha messo in vendita a 9,95 euro. Il chitarrista ha inviato alla corte un documento in cui dichiara il carattere illegale del CD. Ora la donna dovrà pagare migliaia di euro in spese legali

Eric Clapton nel 1975

Foto: Michael Putland/Getty Images

A chi può venire in mente nel 2021, con tutta la musica dal vivo che circola in digitale a partire da YouTube, di far causa a qualcuno per aver cercato di vendere un singolo bootleg su eBay? Eppure è successo con un CD illegale di Eric Clapton chiamato Live USA.

Secondo quanto riporta Bild, un tribunale di Düsseldorf ha condannato Gabriele P, una cinquantacinquenne di Ratingen, per avere cercato di piazzare a 9,95 euro la registrazione di un concerto di Clapton risalente agli anni ’80. Il marito aveva comprato il CD nel 1987. Il carattere illegale della registrazione è stato certificato dallo stesso Clapton, che ha inviato alla corte un affidavit.

Risultato: alla donna è fatto divieto di vendere quel bootleg o altri su eBay. Poco male: rinuncerà a 9,95 euro di guadagno. Il problema è che dovrà pagare le spese legali di entrambe le parti, pari a circa 3400 euro.

La donna si è difesa dicendo che il marito aveva acquistato il disco in un negozio tradizionale e quindi lei non immaginava fosse una registrazione illegale. La corte non ne ha tenuto conto, così come è stato respinto il ricorso.

Nel caso perseverasse nel suo pericolosissimo piano criminoso, cioè vendere un vecchio bootleg di Clapton, la donna rischia una multa di 250 mila euro e sei mesi di reclusione.

Altre notizie su:  Eric Clapton