Home Musica News Musica

Un uomo è stato arrestato per l’omicidio di Nipsey Hussle

Due giorni dopo la morte del rapper, la polizia di Los Angeles ha preso in custodia il principale sospettato Eric Holder

Nipsey Hussle

Foto Prince Williams/Wireimage

Eric Holder, principale sospettato per l’omicidio di Nipsey Hussle, è stato arrestato ieri. La notizia è arrivata da CBS Los Angeles: Hussle – all’anagrafe Ermias Ashedom – è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco domenica 31 marzo a Los Angeles. Secondo il comunicato stampa diffuso dalla polizia di Los Angeles, Holder si è avvicinato a Hussle, poi ha aperto il fuoco insieme ad altri due uomini. Poi, è scappato a bordo di una Chevy Cruze bianca, guidata da una donna non identificata. Il capo della polizia Michel Moore ha detto al Los Angeles Times che secondo gli investigatori l’omicidio sarebbe stato causato da “ragioni personali tra i due uomini”.

Secondo la polizia, Holder, 29 anni, faceva parte di una gang. È stato catturato a Bellflower, una cittadina nel sudest della contea di Los Angeles.

Prima della sua morte, Asghedom era nel pieno di uno degli anni migliori di tutta la sua carriera. Il suo ultimo album, Victory Lap, era acclamato da critica e pubblico, e gli aveva fruttato una nomination ai Grammy come Best Rap Album. In un’intervista di dicembre per Rolling Stone, ha spiegato perché il progetto gli stava così tanto a cuore.

«Lì dentro ci sono storie di vita vera. Se pensi agli album che sono stati apprezzati nel passato noterai la stessa cosa. So che è la mia musica, e ci sono legato, ma sono un fan dell’hip hop e conosco il suono del grande rap», diceva. «Ascoltarlo mi ha ricordato cosa provavo con i grandi album del rap». Dopo la sua morte, in tutto il paese si sono organizzate veglie in suo onore.

«Eri sulla cresta dell’onda, ed ero molto felice di vederti così», ha scritto Drake su Instagram. «Nessuno infangherà il tuo nome, tu eri vero per la tua gente e per noi altri. Scrivo qui solo perché voglio che il mondo sappia che eri un uomo da rispettare».

«Tutto questo è molto doloroso. Nipsey Hussle stava facendo grandi cose per la sua gente», ha scritto Colin Kaepernick su Twitter. «Mantenete in vita il suo ricordo continuando quello che aveva iniziato! Faccio le mie condoglianze alla famiglia. Riposa in pace, king».

Leggi anche