Home Musica News Musica

Un brindisi a Freddie Mercury con la vodka Killer Queen

Arriverà sul mercato britannico una vodka speciale per celebrare i quarant’anni dall’uscita del singolo “Killer Queen” e per brindare alla memoria dell’istrionico leader della band inglese

Un dettaglio della bottoglia Vodka Killer Queen

Un dettaglio della bottoglia Vodka Killer Queen

Quale modo migliore per onorare la memoria di un rocker del calibro di Freddie Mercury se non brindando con uno dei suoi alcolici preferiti? Disponibile sul mercato britannico una vodka speciale, la “Killer Queen”, ideata dalla band non solo per ricordare l’artista ma anche per celebrare i quarant’anni del singolo che offre il nome al superalcolico. Il brano Killer Queen, contenuto nell’album Sheer Heart Attack, venne pubblicato come double a-side con Flick of the Wrist l’11 ottobre 1974.

Per realizzare la vodka, i Queen si sono rivolti ad uno stabilimento di alcolici a Riga, «la fabbrica di cioccolato di Willy Wonka per adulti», ha detto May dopo averla visitata, e il prodotto finale è “il risultato di sette distillazioni ottenute tramite un processo di filtraggio molto antico con polvere di quarzo e carbone di betulla”, come riporta la cartella stampa dell’alcolico.

A detta del chitarrista, anche il leader dei Queen avrebbe sicuramente approvato la scelta: «La vodka era uno degli alcolici preferiti da Freddie, in tour portava con sé un frigobar pieno di vodka. Killer Queen è un tributo perfetto alla sua memoria», ha detto il musicista. La vodka dei Queen, però, non è l’unico feticcio curioso in materia di merchandising che i fan possono accaparrarsi per rendere sempre più vasto il repertorio di cimeli del loro artista preferito.

I leggendari Led Zeppelin, ad esempio, hanno da poco annunciato la loro collaborazione con lo stilista Paul Smith per realizzare una capsule collection di sciarpe super chic in seta e lana finissima che riprendono gli artwork di alcuni dei loro album storici. Oppure i Black Sabbath, che hanno rinnovato il loro sodalizio con la Converse dando vita a tre modelli di All Stars ispirate a Never say die, Sabbath Bloody Sabbath e alla loro dimensione live. Tra gli articoli fuori dal comune non mancano i deodoranti per auto con le sembianze del gruppo nel caso degli Ok Go, il maglione natalizio degli Slayer, l’eyeliner di Alice Cooper per un trucco super glam, il sapone dall’ispirazione vintage dei Raconteurs, fino ad arrivare al caso estremo dei Kiss, che qualche anno fa hanno lanciato sul mercato delle pompe funebri la bara personalizzata con immagini legate al gruppo. Le casse sono disponibili in due versioni: la standard, completamente nera e decorata con i soli volti dei Kiss, e la premium, con l’immagine del quartetto avvolto dalle fiamme. Per un riposo eterno in puro stile rock.

Leggi anche