Home Musica News Musica

Un algoritmo pubblicherà 20 album nel 2019

Endel e Warner hanno raggiunto un accordo storico: in commercio dischi creati «semplicemente premendo un pulsante»

Alcune schermate di Endel

Una delle aggiunte più recenti al roster di artisti del Warner Music Group – accanto a nomi come Ed Sheeran, Madonna, Coldplay e Camilla Cabello – è un algoritmo. Con un contratto per la pubblicazione di 20 album in un anno.

Il creatore dell’algoritmo è la startup Endel, che utilizza l’intelligenza artificiale per creare tracce audio personalizzate volte a migliorare l’umore o la produttività delle persone. Endel è stata lanciata poco più di un anno fa in Europa. Due mesi fa, la divisione Arts Music appena creata da Warner ha messo sotto contratto la tecnologia Endel, firmando di fatto il primo accordo con un algortimo. La casa discografica ha pubblicato finora cinque dei 20 album, come raccolte di “paesaggi sonori per il sonno” (Clear Night, Rainy Night, Cloudy Afternoon, Cloudy Night e Foggy Morning) progettati per ridurre l’ansia; sono tutti disponibili per l’ascolto da piattoform come Apple Music e Spotify.

Come azienda, Endel si concentra in realtà sulla creazione di “frequenze del suono personalizzate”, basate su input personali dell’utente, come ad esempio l’ora e il luogo, oltre a dettagli biometrici, come la frequenza cardiaca. «Vogliamo capire il contesto di ogni singola giornata e riorganizzare l’intero ambiente intorno a te», ha detto Oleg Stavitsky, co-fondatore e CEO di Endel, a Rolling Stone. L’algoritmo principale di Endel utilizza migliaia di suoni e li assembla in diversi modelli in base agli input dell’utente. La società ha lanciato questa settimana, in partnership con l’Alexa Skills Store di Amazon, un aggiornamento che consente agli utenti di ricevere suoni personalizzati tramite dispositivi compatibili con Alexa, facendo un altro passo in avanti: Stavitsky prevede di costruire un ecosistema hardware-software interconnesso, attraverso il quale Endel può tenere sotto controllo il ritmo della vita quotidiana degli utenti attraverso elementi come il loro stile di guida e gli eventi segnati sul loro calendario, creando automaticamente un soundscape personalizzato che li aiuti a rilassarsi al meglio a fine giornata.

«La Warner si è approcciata a noi, ma all’inizio eravamo titubanti perché è un passo indietro rispetto a ciò che stiamo facendo qui», ha detto a Rolling Stone il co-fondatore e sound designer di Endel, Dmitry Evgrafov. «La nostra intera idea è creare paesaggi sonori che siano adattivi, personalizzati. Ma loro ci dicevano, “Ok, ma riusciresti a produrre un album?”. Quindi abbiamo accettato, come se fosse un esperimento». Tutti i 20 album saranno creati dall’algoritmo di base di Endel, quindi tecnicamente, come afferma Evgrafov, «sono creati semplicemente premendo un pulsante».

Leggi anche