Home Musica News Musica

Tupac si scaglia contro Trump e l’avidità in un video inedito del 1992

Lo spezzone era stato escluso dall'intervista originale per via degli argomenti trattati, come l'avidità della società americana e del suo uomo-simbolo

La sensibilità di Tupac verso temi sociali purtroppo sempre attuali come povertà e soprusi non è mai stata un mistero. Forse è anche questo uno dei motivi per cui il rapper, ucciso nel 1996 in circostanze ancora poco chiare, viene ricordato tuttora alla stregua di un santo, quasi un profeta fatto fuori perché troppo scomodo. Ma, complottismi e canonizzazioni a parte, va riconosciuta all’MC nato Lesane Parish Crooks una certa sincerità, una fiera mancanza di peli sulla lingua che gli ha sempre assicurato un occhio di riguardo da parte di chi, il potere di dire ciò che vuole, non l’ha mai avuto.

Sul canale YouTube di MTV News qualche ora fa è stato caricato un bellissimo estratto da un’intervista natalizia fatta dall’emittente americana nel 1992. Un inedito, scartato dal pezzo andato in onda forse per via degli argomenti trattati, specialmente nell’America spendacciona e yuppie ben dipinta dai vari Mamma Ho Perso L’aereo (video qui sotto, in cui lo stesso Trump fa un cameo). «Questo mondo è tutto un “Dammi, dammi, dammi”. Sono tutti così» dice Tupac gesticolando per la foga. «A scuola ti insegnano che devi avere il successo, che devi essere come Trump. È tutto un “Dammi, dammi, dammi. Spingi, spingi, spingi. Distruggi, distruggi, distruggi.”»

Critiche all’avidità della società americana e al suo uomo-simbolo, che sommate alla ripartizione equa della ricchezza devono essere risultate troppo spinose per essere mandate in onda. Spezzoni in bassa definizione del video erano già presenti in rete da qualche anno, ma qui si parla dell’intera clip esclusa dalla versione del ’92, caricata sul Web dalla stessa MTV, che a ridosso delle presidenziali del 2016 torna sui propri passi sfoderando un’arma potenzialmente virale. Sarà un segno?

Altre notizie su:  tupac shakur