Home Musica News Musica

“Evviva Napoli e mo’ famo ‘nu burdello”, il tributo di Jovanotti e Eros Ramazzotti a Pino Daniele

Un set a due voci dedicato al cantante scomparso a gennaio, con la partecipazione del sax di James Senese. Da "Yes I Know" a "Quanno chiove", un'emozione per tutto il San Paolo

«Pecché i’ so pazzo, pecché i’ penso positivo».

L’aveva annunciato su Facebook Jovanotti, «Domenica farò il mio show per Napoli mettendoci tutto quello che ho e anche di più, e quando saliranno sul palco Eros e James dedicheremo il cuore del concerto a Pino, alla sua musica e a quello che significa per noi». E l’ha fatto.

Jovanotti ha chiamato a raccolta Eros Ramazzotti e James Senese, lo storico sassofonista del bluesman, e ha inserito dentro la sua scaletta quattro pezzi firmati dal bluesman. Una storia che si ripete, perché ci erano già saliti insieme su quel palco, nel 1994, ma assieme a Pino Daniele stesso. Ora che, purtroppo, è tempo di ricordarlo, l’emozione è stata forse ancora maggiore.

Ieri sera, il 26 luglio, sul finale di Musica, è salito sul palco James Senese, storico sassofonista di Pino Daniele, ed è stato lui a introdurre il primo brano, Yes I Know.

Con tutto il San Paolo con gli occhi lucidi, sale sul palco Eros Ramazzotti. E la scelta cade su tre canzoni simbolo, Quanno chiove, Napule è e A me me piace o’ blues.

Cantate non solo in duetto, ma assieme a tutto il pubblico di Napoli, la sua città, che continua ad amarlo come aveva già dimostrato in più di un’occasione.

A chiudere la tranche dedicata al bluesman del quartiere Porto, il rap di Jovanotti, in italiano e napoletano, che riportiamo qui sotto.

Tengo ‘a cazzimma e faccio quello che mi va
I song’ ‘e Napule e sò nato pe’ suonà
Pino Daniele mi ha insegnato a libbertà
Chista è ‘na musica che non si fermerà
Mai, no non si fermerà mai
Sempre qualcuno che la suona troverai
Rint’ a ‘sta musica tu ti libererai
Pecchè ‘sto sogno nun è mort’ è sempre vivo
Pecchè i’ so pazzo pecchè i’ penso positivo
Co Rammazzotti e co Senese a celebrare
L’eredità di mio fratello l’immortale
Pino Daniele, musicista e Masaniello
Evviva Napoli e mo’ famo ‘nu burdello
Voglio vedervi tutti quanti fare festa
Pensando a Pino con il cuore e con la testa
Voglio sentì San Paolo pazzo d’ammore
Pensando a Pino con la testa e con il cuore

Le braccia si alzano come vele
Seguendo il ritmo di Pino Daniele

Pino Daniele musicista e Masaniello
Evviva Napoli e mo’ famo ‘nu burdello

Leggi anche