Home Musica News Musica

Travis Barker parla di Scott Weiland e delle dipendenze da droghe

Il batterista dei Blink 182 a Billboard: «Non puoi mai sapere contro che demoni stiano lottando le persone»

Travis Barker, foto Facebook

Travis Barker, foto Facebook

Travis Barker ha parlato a Billboard della morte di Scott Weiland: «Questo è quello che succede quando le droghe si prendono il lato migliore di qualcuno. È triste. Io l’ho provato e so cosa vuol dire. Sono riuscito ad uscirne solo grazie all’incidente aereo in cui sono stato coinvolto. Quando sei sotto morfina per 4 mesi di fila ed è l’ultima cosa che vorresti, capisci molte cose. Grazie a questa terribile esperienza ne sono uscito».

Nell’incidente in cui fu coinvolto Travis persero la vita 4 persone. Se però a lui questa esperienza è servita per uscire dal tunnel delle dipendenze, così non è stato per DJ AM, trovato morto un anno dopo per overdose. Gli ansiolitici che gli furono prescritti per affrontare il trauma causarono la sua ricaduta.

Barker era un grande fan di Weiland: «Il suo contributo per la musica è stato davvero grande. Sembrava stesse bene recentemente, ma non puoi mai sapere contro che demoni stiano lottando le persone.

Mentre la polizia ha fatto sapere che sul tour bus sono stati trovati cocaina e molti farmaci, non è ancora stata dichiarata la causa ufficiale di morte.