Home Musica News Musica

Tommy Lee è rimasto appeso a testa in giù durante l’assolo di batteria finale

«Forza, aiutatemi a scendere». È successo al termine dell'ultimo concerto nella storia dei Mötley Crüe a capodanno

I tecnici mentre recuperano Lee

I tecnici mentre recuperano Lee

«Sembra che le montagne russe siano rotte, fanculo!» ha borbottato Tommy Lee al microfono «Forza, aiutatemi a scendere da qui. Non posso credere che stia succedendo nell’ultima sera. Sapevo che qualcosa non andava, me ne sono accorto nel momento in cui ho iniziato la salita.»

Il fuoriprogramma è capitato la sera di capodanno allo Staples Center di Los Angeles, mentre i Mötley Crüe si stavano esibendo nell’ultimo concerto insieme.

Per “montagne russe” Lee intende l’imponente impalcatura a mò di roller coaster (soprannominata Cruecify) su cui è stata montata la batteria in grado di muoversi avanti o indietro e sopra o sotto. Proprio sul più bello dell’assolo finale, che avrebbe dovuto chiudere il lungo tour conclusivo durato più di due anni e 164 date, il meccanismo che guida i binari si è inceppato, lasciando il batterista appeso a testa in giù.

Guardate il video qui sopra. Quanto alle reazioni dei fan, sembra che a creare malumore e imbarazzo non sia stato il fail fuoriprogramma di Lee ma piuttosto la piega disco music di molte tracce in scaletta. Grazie comunque di tutto, Mötley Crüe.

Leggi anche