Home Musica News Musica

Tom Meighan: «Spero riuscirete a perdonarmi»

L'ex Kasabian ha pubblicato un comunicato in cui parla delle violenze nei confronti della fidanzata, ma anche di problemi con alcol e di salute mentale: «Mi assumo ogni responsabilità»

Kasabian: ultima data live in Italia al Forum di Assago a Milano

Kasabian: ultima data live in Italia al Forum di Assago a Milano

Dopo esser stato condannato per aggressione, l’ex leader dei Kasabian Tom Meighan ha pubblicato una dichiarazione in cui «si prende ogni responsabilità delle sue azioni»·

Lo scorso lunedì i Kasabian avevano annunciato che Meighan aveva lasciato la band per dedicarsi a risolvere alcuni problemi personali e per riprendere in mano la sua vita. Il 7 luglio invece Meighan si era dichiarato colpevole di aggressione nei confronti della compagna Vikki Ager davanti alla Corte di Leicester. I Kasabian erano quindi nuovamente intervenuti dicendo di aver condannato da subito le sue azioni e che «non c’era altra scelta se non quella di chiedergli di lasciare la band».

Ora però è Meighan stesso a parlare, con una dichiarazione pubblicata sui suoi canali social. Nelle sue scuse il musicista ha parlato dei problemi con alcol e droghe, ma anche di disturbo da deficit di attenzione/iperattività. Le sue parole:

«Vorrei fare una dichiarazione sui recenti avvenimenti e scusarmi pubblicamente con la mia compagna Vikki, i miei compagni, i miei amici, la mia famiglia e i miei fan», ha cominciato. «Sono molto dispiaciuto per il mio comportamento. Non sto assolutamente cercando di trovare delle scuse, non ho scusanti. Mi assumo ogni responsabilità. Ho lottato per molti anni con la dipendenza da alcol, e l’incidente di aprile è suonato come un campanello d’allarme per me, per chi ero, per quello che stavo diventando. Mi è stata inoltre recentemente diagnosticata l’ADHD e, anche se questo non giustifica il mio comportamento, mi ha aiutato a capire meglio i miei problemi».

Continua: «Stavo perdendo il controllo. La mia salute mentale stava peggiorando giorno dopo giorno, ero arrivato al limite». Il cantante ha poi dichiarato di essersi iscritto a un programma di riabilitazione per alcolisti, dicendo di non essere mai stato completamente sobrio prima.

«Questa volta però è stato diverso. Ho lasciato il programma tre settimane fa e con il sostegno della mia famiglia e dei miei amici ho preso ogni giorno come viene, arrivando ogni giorno completamente pulito e sobrio. Questa volta voglio farlo davvero, non solo per coloro a cui tengo ma anche per me stesso».

Nella sua prima dichiarazione dopo l’uscita della notizia, Meighan non aveva fatto riferimento all’aggressione, e la band aveva commentato così: «Non appena abbiamo scoperto le accuse verso Tom, abbiamo deciso che non potevamo più lavorare con lui. Sfortunatamente, non potevamo diffondere la notizia prima della fine del processo. Ci hanno fatto credere che Tom avrebbe ammesso tutto nel suo comunicato, ma ha deciso di non farlo, ingannando molti fan. Alla fine, anche se Tom ci ha ferito tutti, non siamo le vittime. La violenza domestica non può mai essere perdonata. Grazie per il vostro supporto in un momento così difficile».

In risposta, Meighan ha affermato che voleva solo assicurare i fan di stare bene: «Non li avrei mai consapevolmente fuorviati». Meighan ha concluso: «Io e Vikki speriamo di riuscire ad andare avanti come coppia, ancora più forti di prima. Spero che col tempo riuscirete a perdonarmi».

Altre notizie su:  Kasabian