Home Musica News Musica

Tina Turner è tornata (con il remix di ‘What’s Love Got to Do With It’ di Kygo)

Il DJ e produttore norvegese aveva già ottenuto un grande successo con la sua versione di 'Higher Love' di Whitney Houston

Tina Turner si è presa una piccola pausa dalla pensione all’età di 80 anni con l’uscita del remix by Kygo della sua mega hit del 1984, What’s Love Got to Do With It. La nuova versione per il dancefloor include anche un nuovo video diretto da Sarah Bahbah, in cui Laura Harrier e Charles Michael Davis recitano nei panni di amanti sfortunati: anche se sulla carta la loro relazione sembra forte e giocosa, dietro le quinte la coppia non ha una connessione emotiva abbastanza profonda per durare. E, alla fine, uno di loro deve andarsene.

“Non potrei essere più entusiasta di collaborare con Tina Turner, che è un’icona con cui sono cresciuto”, ha detto Kygo in una nota. What’s Love Got to Do With It è una delle mie canzoni preferite di sempre, quindi avere la possibilità di rielaborarla è stato un momento molto speciale della mia carriera. Adoro lavorare con voci senza tempo e, sebbene sia difficile preservare elementi della traccia originale e aggiungere il mio tocco, sono estremamente contento di quello che è venuto fuori!”.

Il singolo è stato annunciato su Instagram da Kygo all’inizio di questa settimana ed è la terza volta che il DJ e produttore norvegese remixa un singolo degli anni Ottanta. L’anno scorso, Kygo ha ottenuto un grande successo la sua versione di Higher Love di Whitney Houston, dopo una rielaborazione remix tropical-house di Sexual Healing di Marvin Gaye nel 2013.

L’ultimo album in studio di Turner, Twenty Four Seven, è stato pubblicato più di vent’anni fa, nel 1999. Attualmente la star vive in Svizzera con suo marito, Erwin Bach, e ha dichiarato al New York Times nel 2019 che non ha intenzione di tornare alla sua carriera musicale : “Non canto. Io non ballo. Non mi vesto bene”. Il musical basato sulla vita di Turner è stato presentato in anteprima a Broadway lo scorso autunno.

Leggi anche