Home Musica News Musica

Terraforma 2018, l’elettronica d’avanguardia torna a Milano

L'alieno Jeff Mills, l'astro oscuro Lanark Artefax e tantissimi nomi introvabili fanno ancora una volta del festival una delle realtà più interessanti d'Europa.

È giunto alla sua quinta edizione un festival che ormai ha bisogno di poche presentazioni, vuoi per la qualità artistica proposta ogni anno, vuoi per la location, il visionario parco di Villa Arconati, dimora settecentesca alle porte di Milano.

Un festival nato nel segno del rapporto con la natura che, per l’edizione 2018, ha deciso di fare le cose ancora più in grande. Venerdì, infatti, si parte in quinta, con la leggenda vivente della techno, l’alieno Jeff Mills e il pupillo di Aphex Twin, Lanark Artefax. Una serata completata dalla performance artistica di Plaid & Felix’s Machines, che nel labirinto della villa racconteranno a loro modo del rapporto uomo-macchina, o da Nkisi, producer portavoce della diaspora africana.

Il parco di Villa Arcontati trasformato per Terraforma

Un programma ricchissimo, perché sabato troveremo la produttrice giapponese Powder, il misterioso PLO Man, o il berlinese puro sangue Byetone, uno degli ospiti più attesi dell’intera edizione. Ma ancora, i grandi ritorni di Donato Dozzy o di Marco Shuttle, l’etnomusicologo Don’t Dj, l’elegante Paquita Gordon e tantissimi altri nomi da cui farsi incantare.

Il Terraforma è, come ogni anno ricco di sorprese, tra talk, workshop, installazioni d’arte il camping, co-protagonista del festival ed esperienza immancabile se si vuole godere appieno del parco di Villa Arconati e del suono che lo portetà verso un’altra dimensione.

Leggi anche