Home Musica News Musica

Taylor Swift vuole salvare un negozio di dischi di Nashville dalla crisi Covid-19

“L’assistenza di Miss Swift ci sta dando una vera possibilità per superare questo momento”, dice Doyle Davis, uno dei proprietari di Grimey

Taylor Swift

Foto: Charles Sykes/Invision/AP/Shutterstock

Come molte piccole imprese che hanno dovuto chiudere o cambiare modalità produttive durante la pandemia da coronavirus, i negozi di dischi sono stati costretti a rivoluzionare la loro attività. Nelle ultime due settimane, Grymey’s New & Preloved Music, un piccolo negozio di Nashville, ha chiesto ai suoi dipendenti di restare in seguito all’ordinanza del sindaco che prevedeva l’isolamento.

Questa settimana, però, Grimey ha ricevuto un aiuto inaspettato da Taylor Swift, che ha donato al negozio il denaro necessario per pagare tre mesi di assistenza sanitaria ai dipendenti. Una fonte vicina alla situazione ha confermato la notizia a Rolling Stone USA.

«Eravamo davvero sorpresi, per non dire sconvolti, dal fatto che Taylor Swift ci avesse contattato attraverso il suo addetto stampa. Ci ha dato un po’ di respiro durante la pandemia del Covid-19», dice Doyle Davis, il co-fondatore di Grimey. «Non sapevamo di essere sul suo radar. Si era fatta avanti dopo i tornado che hanno colpito Nashville e il centro del Tennessee, e ora sta cercando di aiutare una piccola attività della sua città».

«Taylor ha generosamente offerto un po’ d’aiuto direttamente al mio staff, vuole coprire i costi di tre mesi della nostra assistenza sanitaria», spiega. «È una cosa grossa per noi, ora possiamo chiedere con più tranquillità i prestiti necessari per pagare l’affitto, i fornitori e altre spese. L’aiuto di Miss Swift ci sta dando una vera possibilità per tornare dopo tutto questo».

«È incredibilmente incoraggiante e surreale che Taylor Swift si sia offerta di aiutarci in modo così significativo», aggiunge Will Orman. «C’è tanta incertezza verso quello che ci aspetta, e siamo grati di poter guardare avanti, pensare di tornare al negozio e continuare a condividere musica con la nostra comunità grazie al supporto generoso di Taylor».

Nelle settimane successive alla diffusione delle linee guida sul coronavirus del CDC – che ha raccomandato il distanziamento sociale e di fare particolare attenzione all’igiene delle mani – i negozi di dischi americani hanno radicalmente cambiato il loro modus operandi. Vendere musica su internet è sempre sembrato un’anatema a queste attività, ma ora è l’unico modo per continuare a vendere CD, dischi in vinile e cassette.

Il passaggio alla rete è stato particolarmente fruttuoso per alcuni negozi. Davis racconta che durante la pandemia un cliente ha acquistato due album da collezione – che erano sempre stati sui muri del negozio – attraverso Discogs. «Forse voleva aiutarci», dice. «La gente vuole davvero supportarci. È gratificante vedere i dati delle vendite online». Il negozio, al momento, sta aggiornando il catalogo con dischi, merchandising e buoni regalo.

Nel 2018 Grimey è stato scelto da Rolling Stone USA come uno dei 10 negozi di dischi migliori d’America. “Con i suoi dipendenti esperti e amichevoli e un’etica del lavoro positiva, Grimey soddisfa i bisogni degli appassionati di musica di Nashville da quasi 20 anni”, diceva l’articolo. “Nel frattempo, è diventato tappa fissa di chiunque visiti la città, dove una T-shirt di Grimey è ambita tanto quanto l’edizione limitata di un disco in vinile”.

Per quanto riguarda Taylor Swift, la sua generosità è andata ben oltre le donazioni ai negozi di dischi. Una ventina di fan ha dichiarato di aver ricevuto 3mila dollari dalla popstar. Secondo NME, quando la fotografa Holly Turner ha chiesto aiuto su Tumblr, Swift ha risposto: “Holly, tu ci sei sempre stata per me. Voglio fare lo stesso anche io”. Ha fatto la stessa cosa con un altro fan in difficoltà, a cui ha scritto: “Ho visto il tuo post e mi piacerebbe inviarti 3mila dollari per aiutarti a superare lo stress di questo momento”.

Swift ha anche fatto delle donazioni per Feeding America e la World Health Organization, e ha chiesto al suo pubblico di supportare queste organizzazioni, rispettare le linee guida del CDC e restare a casa. “Vedo molte persone che continuano a incontrarsi, organizzare feste e appuntamenti”, ha scritto su Instagram qualche settimana fa. “Adesso è il momento di cancellare i nostri piani e isolarci davvero e il più possibile. Se vi sentite bene, non date per scontato di non poter contagiare i più fragili e i più anziani. Sono tempi spaventosi e dobbiamo fare dei sacrifici».

Altre notizie su:  Taylor Swift