Home Musica News Musica

SYML canta l’amore ai tempi di ‘Black Mirror’

Tra accenni di elettronica e le sfumature del pop più raffinato, il cantautore racconta delle battaglie per accettare noi stessi attraverso l'amore impossibile fra due androidi.

S’intitola Body il nuovo singolo di SYML, di cui oggi vi presentiamo il video in anteprima europea. Il brano è tratto dal nuovo EP In My Body in cui il cantautore statunitense riprende la formula che lo ha fatto consocere al grande pubblico, miscelando leggere pennellate di elettronica ai colori del pop più raffinato.

Con My Body SYML – aler ego di Brian Fennell – racconta della lotta contro se stessi e del tormento di accettare il proprio corpo (“I’ve become the only thing I hate”), una tematica in linea con la sua produzione precedente, in cui il cantautore affronta l’animo umano nei suoi angoli più nascosti.

Particolarmente suggestiva, inoltre, la scelta di rappresentare il conflitto con il corpo attraverso un racconto che sembra tratto da Black Mirror. Il video diretto da Gavin Michael Booth, infatti, racconta dell’amore fra due androidi: creazioni all’apparenza incapaci ‘per natura’ di provare sentimenti ma che, sfidando i circuiti di cui sono composti, riescono nell’impossibile, fino al climax finale in cui i due vengono “ritirati” a causa del loro imprevedibile malfunzionamento.

«Body rappresenta un disperato risveglio nella realtà, dove tutti abbiamo battaglie interne che ci dilaniano», ha detto SYML parlando del singolo. «Parla di ciò che facciamo per portare a termine questa battaglia. O continuiamo a rimanerci dentro, oppure lasciamo andare qualcosa, o meglio, qualcuno».

Leggi anche