Sting canta ‘Russians’ e fa un appello contro la guerra in Ucraina | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Sting canta ‘Russians’ e fa un appello contro la guerra in Ucraina

È un brano del 1985 dedicato alla guerra fredda. «Non pensavo che sarebbe tornata rilevante. È un appello alla nostra comune umanità, per gli ucraini che combattono e i russi che protestano»

Foto: Andrew Toth/Getty Images for iHeartMedia

In un video pubblicato sul suo profilo Instagram, Sting ha suonato un brano e lanciato un appello per la pace in Ucraina. Si tratta di Russians, una canzone del 1985 – contenuta nel suo primo album solista The Dream of the Blue Turtles – scritta come un inno alla fine della guerra fredda.

«Ho cantato questa canzone raramente in tutti questi anni, non pensavo che sarebbe tornata rilevante», dice il musicista. «Ma alla luce della decisione sanguinaria e assurda di un uomo di invadere un paese pacifico e non minaccioso, è tornata un appello alla nostra comune umanità. È per i coraggiosi ucraini che combattono questa tirannia brutale e anche per i russi che protestano nonostante la minaccia del carcere. Tutti amiamo i nostri figli. Fermate la guerra».

Insieme al video, il post di Sting contiene anche un invito, completo di indirizzo e dettagli di contatto, a inviare beni di prima necessità che arriveranno agli ucraini tramite un magazzino in Polonia.

Altre notizie su:  Sting