Home Musica News Musica

Sigur Rós, il batterista lascia la band dopo un’accusa di stupro

Il musicista è accusato di violenze sessuali dall’artista Meagan Boyd, in arte Yin Shadowz, che sostiene di essere stata violentata nel sonno

Orri Páll Dýrason ha lasciato i Sigur Rós. Il batterista islandese è stato accusato di violenze sessuali da Yin Shadowz, nome d’arte di Meagan Boyd , che con un post su Instagram della scorsa settimana ha raccontato di essere stata violentata nel sonno. Lo stupro sarebbe avvenuto nel 2013, quando i Sigur Rós erano a Los Angeles per registrare l’album Kveikur. «È successo due volte quella notte, e non so perché non sono riuscita ad andare via dopo la prima», ha scritto. «Ero ubriaca, ma non è importante. Nessuno dev’essere toccato senza il suo consenso».

Visualizza questo post su Instagram

I made a post following up with some information about my abuser/rapist getting in touch with me, gaslighting, and trying to silence me as well as denying what he did to me in 2013 in which he raped me 2 times over the course of a night spent with him during his stay in Los Angeles recording an album. I posted screen shots of his correspondence with me via email and they were flagged by someone and removed by @instagram for not following community standards. I did not remove them myself. I understand if they may have violated Instagrams standards of privacy so I will not repost on here but they have been sent to a major broadcasting network in Iceland. I will not back down or be silenced or gaslighted. I know what happened and I will not forget. This has not been easy for me or my family but it is my duty to expose him as a sexual predator who should not be in a woman's safe place. Today is the first time I truly wanted to cry as I've pushed down and repressed my trauma for years. His name is Orri Páll Dýrason and he is in a band called @sigurros 💔 I'm looking to speak with a lawyer as well- this story is beginning to build momentum and hype and some legal advice would be appreciated.

Un post condiviso da Meagan Boyd 🏺🌿🐚🐍 (@yinshadowz) in data:

«Non è stata una decisione facile», ha detto Dýrason, «ma non posso lasciare che questa storia possa compromettere il gruppo e il lavoro meraviglioso che abbiamo fatto negli ultimi anni. Un lavoro che mi è molto caro. Farò tutto quello che posso per uscire da questo incubo, ma non combatterò questa battaglia in pubblico per rispetto di chi ha davvero subito violenze. La band, qualche ora fa, ha commentato la decisione del batterista con un comunicato stampa. «A seguito di accuse personali estremamente serie, abbiamo accettato le dimissioni di Orri, così da permettergli di affrontare questa vicenda in privato».

Leggi anche