Side è fuori dalla Dark Polo Gang: l’intervista

Per la prima volta, Arturo parla ufficialmente della fine della sua esperienza con la gang romana
Arturo Bruni, in arte Side Baby. Foto: Cristian Imperante

Arturo Bruni, in arte Side Baby. Foto: Cristian Imperante


Abbiamo incontrato Side Baby a Milano, il giorno dopo il suo primo concerto da solista ai Magazzini Generali. In una lunga intervista, che troverete sul prossimo numero, abbiamo parlato di parecchie cose, personali e musicali. E per la prima volta della sua uscita ufficiale dalla Dark Polo Gang.

I problemi sono nati diverso tempo fa, in corrispondenza con il periodo di malessere di Side.

Nell’ultimo periodo non ci sono stati contatti tra i ragazzi. «Quando ho iniziato a cercare di risolvere i miei problemi di salute con loro ci sentivamo poco, erano concentrati sulle loro cose, stavano lavorando al nuovo singolo British ma non me ne avevano parlato. Dopo, quando ho iniziato a stare meglio, non li ho più sentiti», dice Side. «Nessuno ha più cercato nessuno. Solo con Pyrex mi sono sentito una volta. Io ho intrapreso la mia carriera solista, sto lavorando a un sacco di pezzi nuovi e continuo a lavorare con Sick Luke, ho un sacco di progetti con lui. È venuto a sentirmi ai Magazzini, è salito sul palco con me. Mi ha sempre sostenuto e non mi ha mai fatto mancare la sua fiducia, umana e artistica».

La notizia era trapelata quando il padre, Francesco Bruni, ha dichiarato in un’occasione pubblica che il figlio avrebbe lasciato la Gang. «Avevamo deciso di tenere il silenzio stampa, poi mio padre ha detto questa cosa. Ancora oggi stiamo definendo la separazione dal gruppo. Ora la cosa importante per me è che ho intrapreso la mia carriera solista», commenta. «alla DPG auguro il meglio».

Anche perché lui non sta fermo sicuramente. Oltre ai pezzi in produzione con Sick Luke, «ho pronto un featuring con Drefgold, ne ho fatto uno con Izi, e un sacco di gente che vuole collaborare con me. Mi piacerebbe molto lavorare con Ghali e con Sfera, spero possa succedere in futuro».