Home Musica News Musica

Firenze, è l’ora della finale di Rock Contest, concorso per band emergenti

Cristina Donà, presidente del Premio Ernesto De Pascale, ha scelto "Surreali" dei Lefebo come miglior brano in italiano. Domani si saprà chi vincerà il concorso riservato agli emergenti

Cristina Donà, foto stampa

Cristina Donà, foto stampa

Sabato 13 dicembre, all’Auditorium Flog si terrà la finale del Rock Contest 2014, il concorso nazionale per band emergenti che ogni anno seleziona e lancia i nuovi gruppi del panorama indipendente italiano organizzato da Controradio. Presidente di giuria, Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, e in giuria anche Max Collini degli Offlaga Disco Pax.

Uno degli elementi più curiosi o singolari di questa manifestazione sta nel numero sempre crescente di gruppi e artisti che ogni anno affidano la propria arte al vortice di un concorso come questo, arrivato ora alla ventiseiesima edizione.
Seicento iscritti da tutta Italia, in prevalenza dal bacino toscano e dintorni: gente che, a discapito dell’etichetta “rock” inscritta nella ragione sociale del contest organizzato da sempre dall’emittente Controradio e dal Comune di Firenze, dà sfogo a ogni tipo di inclinazione. Dream pop, shoegaze, garage, wave, soul, electro, psychobilly, folk, alternative hip hop, stoner, rock, post rock, desert rock e qualsiasi altra cosa e incrocio vi vengano in mente. Trentasei gli artisti che sono stati ammessi alla gara vera e propria, che approda infine sul palco dell’Auditorium Flog di Firenze domani, con ospiti gli A Toys Orchestra.

Notte in cui una giuria di giornalisti musicali, responsabili di etichette e musicisti declameranno i vincitori, a cui sono riservate, tra le altre, la chance di registrare un disco al Sam Recording Studio di Lari (Pisa), la produzione di un videoclip e – forse le cose più attraenti del lotto – un tutoraggio di un anno da parte dello staff del concorso, l’affidamento ad Audioglobe per la distribuzione del materiale registrato e la possibilità di entrare nel rooster dell’etichetta Rock Contest Records.

Il manifesto del contest Il manifesto del contest

«La scommessa che facciamo tutti gli anni», ha raccontato Marco Imponente di Controradio, «è quella di cercare di scoprire giovani talenti che avrebbero difficoltà a emergere senza una manifestazione come la nostra, che in qualche modo è andata sostituendosi al lavoro di scouting e sostegno agli artisti svolto una volta dalle case discografiche». Così, i ragazzi di Controradio non hanno mancato di ricordare, tra i nomi usciti o passati dal Rock Contest Roy Paci, Bandabardò, Scisma, Irene Grandi, e più di recente Offlaga Disco Pax, Samuel Katarro, Denise, The Hacienda. Si rinnova poi il Premio Ernesto De Pascale, dedicato alla canzone con il miglior testo in italiano, presieduto quest’anno da Cristina Donà. Infine, agli artisti selezionati dal Rock Contest verrà offerta la possibilità, a partire dal prossimo gennaio, di suonare in giro per l’Italia grazie a un accordo stretto dal Rock Contest con KeepOn.

Presidente del Premio Ernesto De Pascale, che ogni anno segnala il miglior brano cantato in italiano, è Cristina Donà che ha decretato la vittoria del brano Surreali del gruppo fiorentino Lefebo. Domani si sfideranno in finale la neo psichedelia ritmata dei Plastic Light Factory (Mantova), l’indie dance elettronica dei Beyond The Garden (Firenze), il soul/funk cinematico di Sofia Brunetta (Lecce), la new wave italiana rivisitata de Lo Straniero (Alessandria), l’ “horror pop” in italiano di El Xicano (Forlì) e l’hip hop del giovanissimo Mefa (Firenze).

Leggi anche