Home Musica News Musica

Rihanna festeggia la Coppa del mondo con la Germania. Altro che Mick Jagger…

Per i tifosi, il leader dei Rolling Stones si è ormai guadagnato la fama di "menagramo". Oltre alla risaputa passione di Noel Gallagher, la storia tra cantanti e calcio annovera anche degli insospettabili come Gloria Estefan

Rihanna festeggia la Coppa del mondo con la Germania. Altro che Mick Jagger...

Rihanna festeggia la Coppa del mondo con la Germania. Altro che Mick Jagger...

Ogni tanto portano anche fortuna i musicisti al calcio. Certo non era difficile salire sul carro dei vincitori ieri per Rihanna e far sapere a tutto il mondo, via Twitter, la sua passione per la Germania. E, dato il risultato finale, non potranno certo dire che la cantante delle Barbados porti iella. Poi la provocante RiRi ha pensato bene di postare foto di sé insieme ai calciatori tedeschi in qualsiasi salsa e di aggiungere sempre su Twitter:

Non è andata altrettanto bene a Mick Jagger, colpevole di essersi recato allo stadio Mineirao di Belo Horizonte con il figlioletto 15enne e un vistoso cappellino del team inglese per assistere alla semifinale dei Mondiali tra Brasile e Germania, finita con l’ormai storica disfatta 1-7 per i verdeoro. La sola presenza del leader dei Rolling Stones, testimoniata da innumerevoli paparazzate in tribuna vip, è bastata ai fan brasiliani per scatenare contro di lui una bufera di insulti via Twitter, Facebook e Instagram. “Pé-frio” è l’epiteto più utilizzato (tra quelli pubblicabili), e il significato non è molto lontano dal nostro “menagramo”.

Screenshot del sito del Time con l'articolo su Mick Jagger

Screenshot del sito del Time con l’articolo su Mick Jagger

Diciamo che, dal canto suo, Jagger ha alle spalle un discreto curriculum di “iettature”: nel 2010 fu immortalato allo stadio, seduto accanto a Bill Clinton, per sostenere gli Stati Uniti, che persero contro il Ghana; pochi giorni dopo il suo tifo sfegatato per l’Inghilterra le valse un 1-4 contro la Germania, e ancora nello stesso mese fu fotografato sugli spalti con addosso la maglia del Brasile, che inesorabilmente fallì contro l’Olanda. Fin qui si tentava ancora di rimanere positivi, pensando ad una serie di sfortunate coincidenze, ma quest’anno la situazione è degenerata, sfociando nel soprannome “Angelo della morte”: il 29 maggio scorso, durante un concerto a Lisbona, ha assicurato che il Portogallo avrebbe vinto il Mondiale, ma la squadra non ha superato neanche la fase a gironi; settimane dopo ha postato un tweet benaugurale per l’Inghilterra, che ha perso contro l’Italia, seguito da un altro messaggio propiziatorio a favore del suo team del cuore, sconfitto anche dall’Uruguay.

Durante il concerto capitolino dei Rolling Stones, poi, il leader ha assicurato che la nostra squadra avrebbe vinto il Mondiale, e tutti sappiamo com’è andata a finire. Il quotidiano britannico The Sun ha avuto il coraggio di chiedere a Mick un’opinione sulla sua fama di menagramo, e lui ha ironicamente risposto:

D’accordo, posso prendermi la responsabilità del primo gol della Germania, ma non degli altri sei!

Ma non c’è solo Rihanna ad avere un buon rapporto con il calcio e i calciatori. Noel Gallagher ad esempio, ex Oasis insieme al fratello Liam e ora solista con il progetto High Flying Birds, è un tifoso sfegatato del Manchester City, del quale non si perde una partita o un’occasione per festeggiare le vittorie, a volte anche con una morigerata invasione di campo. Il cantante è un grande sostenitore di Mario Balotelli, su cui ha scritto un articolo/intervista per il quotidiano britannico The Independent, definendolo “una rockstar”, e amico personale di Alessandro Del Piero.

Decisamente inaspettata la passione calcistica di Gloria Estefan. La stella della musica latino-americana, ha deciso deciso di donare ben 500mila dollari per ristrutturare e riaprire il Marine Stadium di Miami, in Florida. Una scelta, ha spiegato la cantante, dettata dalla volontà di mantenere in vita un luogo in cui sono concentrati tanti bei ricordi, legati soprattutto al marito Emilio Estefan, con lei nella battaglia per salvare lo stadio distrutto dall’uragano Andrew nel 1992.

Giovane e prestante, Louis Tomlinson della band inglese One Direction non è soltanto un tifoso appassionato, ma anche un ottimo giocatore e un imprenditore magnanimo, tanto che continua a giocare nella squadra della sua città natale, i Doncaster Rovers, che ha acquistato un mese fa insieme all’ex presidente John Ryan.

Anche in Italia abbiamo avuto un caso di cantante/presidente: nel 2010 Gianni Morandi entrò nella società del Bologna Calcio diventandone presidente onorario, carica che ha mantenuto fino al marzo di quest’anno.

Ecco qui tutte le foto dell’euforia mondiale di Rihanna:

Leggi anche