Rapper latitante si costituisce ai carabinieri e pubblica il video sui social | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Rapper latitante si costituisce ai carabinieri e pubblica il video sui social

Nicholas Lo Presti era fuggito dagli arresti domiciliari, ma dopo due giorni ha deciso di consegnarsi alla giustizia

Nicholas Lo Presti

Foto: Profilo dell'artista @nicholasdontpanic

Non è una cosa da tutti i giorni vedere un rapper consegnarsi ai carabinieri, soprattutto se il rapper stesso è un latitante evaso dagli arresti domiciliari. Nicholas Lo Presti però, ieri mattina, si è presentato davanti alla caserma dei carabinieri di Melegnano per costituirsi. E lo ha fatto – naturalmente – filmandosi sui propri social.

Il 29 enne di Paullo, cittadina dell’hinterland milanese, stava scontando i domiciliari per un reato commesso nel 2020 quando insieme ad un’altra persona era stato pizzicato dai carabinieri di Gallipoli con mezzo chilo di hascisc e due revolver p38. Per il reato aveva accettato la reclusione a tre anni e otto mesi.

Lo Presti era riuscito però a scappare dai domiciliari con un escamotage. Come ricostruito da Il Cittadino, il rapper si è presentato all’ospedale di Vizzoli lamentando un dolore alla caviglia nel punto in cui era posizionato il dispositivo. I medici gli hanno quindi rimosso la cavigliera per un controllo e così, mentre era in attesa della sostituzione, è riuscito a dileguarsi.

Prima di consegnarsi il rapper ha raccontato tramite alcuni video su Instagram le sue giornate da latitante: prima si è recato a Roma per farsi un nuovo taglio di capelli e poi si è diretto a Melegnano dove si è fatto accompagnare in caserma da un taxista che non gli ha fatto pagare la corsa. L’ultimo pit stop, prima dell’incontro con le forze dell’ordine, è stato però all’interno di un bar dove Lo Presti si è mostrato mentre beve due Campari con bianco, tutto di un fiato.