Home Musica News Musica

Spariscono alcune tracce dei Radiohead dai servizi streaming: stanno cambiando etichetta

L'intero catalogo sta passando dalla Parlophone alla XL Recordings. I brani in questione fanno tutti parte di deluxe editions degli album precedenti a "In Rainbows" del 2007

Thom Yorke. Foto: Facebook

Thom Yorke. Foto: Facebook

Il mistero dei misteriosi lati B dei Radiohead che spariscono improvvisamente dalle principali piattaforme di streaming (Spotify e Apple) è presto risolto: la band ha trasferito dalla Parlophone (leggi Warner) alla XL (leggi Beggars) l’intero catalogo delle proprie pubblicazioni precedenti a In Rainbows del 2007.

Tutte le tracce rimosse dai servizi streaming facevano parte delle varie deluxe edition e B sides uscite fra il 1994 e il 2007 come How I Made My Millions da OK Computer o Punchdrunk Lovesick Singalong da The Bends.

«È il primo step nel trasferimento del catalogo dei Radiohead dalla Parlophone alla XL. Gli album in questioni sono disponibili nelle versioni originali, prima che il materiale extra-LP venga riorganizzato.» ha detto un portavoce della XL Recordings.

Altre notizie su:  Radiohead