Quando Scorsese riprese ‘Jumpin’ Jack Flash’ dal punto di vista di Charlie Watts | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Quando Scorsese riprese ‘Jumpin’ Jack Flash’ dal punto di vista di Charlie Watts

«Forse ho un complesso di inferiorità. Forse invece sono un grande», diceva il batterista nel documentario/concerto diretto dal grande regista americano ‘Shine a Light’

Quando fra l’ottobre e il novembre 2006 Martin Scorsese filmò due esibizioni dei Rolling Stones al Beacon Theatre di New York per il documentario Shine a Light decise di tenere una camera fissa su Charlie Watts per riprendere gli show dal punto di vista del batterista.

Il risultato lo potere vedere qui: una versione del classico di fine anni ’60 Jumpin’ Jack Flash dove per una volta Watts è al centro dell’azione.

Shine a Light uscì nei cinema nel 2008 ed è una delle migliori testimonianze della grandezza degli Stones in tarda età, con ospiti che vanno da Jack White a Buddy Guy. In uno spezzone che potete vedere qui Watts riflette negli anni ’60 sul suo ruolo: «Forse ho un complesso di inferiorità. Forse invece sono un grande».

Lo era. Charlie Watts è morto ieri a 80 anni d’età. A questo link trovate un suo profilo e qui le reazioni dei musicisti. «Era un principe fra i ladri», ha scritto Joan Baez.