Pierpaolo Capovilla contro X Factor: «Non c’è un millesimo di secondo che non sia finto» | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Pierpaolo Capovilla contro X Factor: «Non c’è un millesimo di secondo che non sia finto»

Il musicista ha pubblicato il video dell’esibizione di Erio, uno dei cantanti della squadra di Manuel Agnelli: «Ascoltare questi figuri che si piangono addosso è diventato stucchevole»

Pierpaolo Capovilla

Foto press

Tra i musicisti che partecipano alla nuova edizione di X Factor, Erio è sicuramente uno dei più apprezzati, grazie a una serie di esibizioni che hanno convinto tutti i giudici e commosso Manuel Agnelli, che l’ha scelto per la squadra che porterà ai live.

L’ultima performance del cantante – una cover di Please, Please, Please, Let Me Get What I Want degli Smiths – non ha però convinto Pierpaolo Capovilla, che l’ha commentata così sul suo profilo Facebook: «Con tutte le sofferenze che ci sono a questo mondo, ascoltare questi figuri che si piangono addosso è diventato davvero stucchevole. È tutto finto. Tutto. Non c’è un millesimo di secondo che non sia finto. Che pena. E che schifo».

Il musicista ha continuato nei commenti al post: «Quasi milletrecento like su una stronzata, perché questo è X Factor, una stronzata. E poi andiamo in piazza perché temiamo le distopie. Come se non ci fossimo già dentro fino al collo. Buona guerra termonucleare a tutti».

Infine, ha chiarito la sua posizione verso Manuel Agnelli. «Non ho accusato Manuel di fingere, proprio per niente. La mia osservazione era ed è riferita alla canzone in quanto tale. Una canzone brutta, perché individualistica, priva d’amore e piena di autocommiserazione».

Potete rivedere l’esibizione di Eric a questo link. Qui, invece, le pagelle all’ultima puntata di X Factor.

Altre notizie su:  Pierpaolo Capovilla