Phil Rudd, ex batterista degli AC/DC è stato condannato agli arresti domiciliari | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Phil Rudd, ex batterista degli AC/DC è stato condannato agli arresti domiciliari

Era già stato arrestato a novembre per aver tentato di organizzare un omicidio e poi scagionato. Ma poteva andare peggio

Phill Rudd, foto via Facebook

Phill Rudd, foto via Facebook

Che non si sarebbe presentato all’appuntamento di Imola di questa sera, lo sapevamo già. Per il Rock or Bust tour dietro ai piatti siederà il buon Chris Slade, vecchia fiamma degli AC/DC. Ma per Phil Rudd poteva andare molto peggio, perché per il solo reato di istigazione all’omicidio rischiava fino a 10 anni di carcere.

L’ex batterista degli AC/DC è stato condannato a otto mesi di arresti domiciliari, perché giudicato colpevole di tentato omicidio. Rudd nel novembre 2014 era stato accusato di aver ingaggiato un sicario che uccidesse due uomini per conto suo e durante le indagini, nella sua abitazione erano state trovate anche dosi di cannabis e metanfetamina.

Il tour di Rock or Bust potrà quindi contare solo su tre veterani: Angus Young, Brian Johnson e Cliff Williams. Ci vediamo questa sera a Imola.

Altre notizie su:  Phil Rudd