Home Musica News Musica

Paul McCartney rivendica i diritti delle canzoni dei Beatles

Grazie alla legge sul Copyright degli Stati Uniti, il processo di acquisizione potrà iniziare nel 2018

Un frammento del video di "Queenie Eye"

Un frammento del video di "Queenie Eye"

Macca ha ufficialmente iniziato il processo che lo porterà a riappropriarsi dei diritti delle canzoni dei Beatles, almeno negli Stati Uniti, a più di 20 anni dall’acquisizione da parte di Michael Jackson.

La legge statunitense prevede infatti che gli autori possano rivendicare il copyright dopo 56 anni dalla deposizione dell’opera. Il catalogo McCartney- Lennon inizierà a sbloccarsi a partire dal 2018. Secondo quanto riportato da Billboard, per riottenere in modo tempestivo i diritti, un autore può presentare la domanda da 2 a 10 anni prima la scadenza dei 56 anni. E Paul McCartney l’ha fatto, facendo la richiesta il 15 dicembre 2015. Paul potrà acquisire la metà dei diritti delle canzoni firmate da lui e Lennon, ma solo negli States.

È di pochi giorni fa la notizia che l’intero repertorio dei Fab 4 è stato acquistato totalmente da Sony, che prima divideva i titoli con la società di Michael Jackson.