Home Musica News Musica

Paul McCartney piange la scomparsa del chitarrista dei Wings

Henry McCollough è morto a 72 anni. Aveva suonato anche sulla versione album di "Jesus Christ Superstar"

I Wings con McCollough in tour in Europa. Fonte: PaulMcCartney.com

I Wings con McCollough in tour in Europa. Fonte: PaulMcCartney.com

Paul McCartney piange la morte del chitarrista dei Wings, Henry McCollough, sul suo sito. Il musicista, che ha suonato con la band dal 1972 al 1973, è scomparso oggi a 72 anni.

“È stato un piacere lavorare con lui, un musicista super-talentuoso con un amabile senso dello humor”, ha detto McCartney del suo ex chitarrista. “L’assolo suonato su My Love si è trasformato in un classico che ha messo in piedi sul posto di fronte all’orchestra. La nostra più profonda solidarietà va alla sua famiglia”.

McCullough ha suonato su un solo album dei Wings, Red Rose Speedway del 1973. Ha anche partecipato alla registrazione del leggendario tema di Live and Let Die di James Bond che la band ha registrato in quello stesso periodo per il film.

Oltre ai Wings, il chitarrista ha avuto una carriera variegata, iniziata nel 1961. Ha fatto parte della band psichedelica dei People prima di unirsi con la Grease Band di Joe Cocker e ha suonato durante il leggendario set di Cocker a Woodstock. Mentre faceva parte della Grease Band, McCoullough ha suonato la chitarra sull’album della colonna sonora di Jesus Christ Superstar, la rock opera di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice.

Dopo i Wings, McCullough è diventato un turnista e ha suonato con Eric Burdon, Marianne Faithfull, Roy Harper e Donovan. La sua voce si può sentire sul finale di Money dei Pink Floyd, il pezzo di The Dark Side of the Moon dove dice: “I don’t know. I was really drunk at the time.”

Come artista solista, McCollough ha pubblicato 11 album, tra il 1975 e il 2012.