Home Musica News Musica

Novoselic difende Trump: «Il suo discorso è stato forte e diretto»

Ma anche: «Ho guidato da Wahkiakum a Seattle e non ho visto alcuna violenza. I social media e la televisione stanno diffondendo le stesse immagini in loop» ha scritto l’ex Nirvana su Facebook. Scatenando le reazioni dei fan

Krist Novoselic

Lunedì, Donald Trump è emerso dal bunker per le emergenze della Casa Bianca per commentare quello che sta succedendo in moltissime città americane in seguito all’arresto e alla morte di George Floyd. Un discorso in cui il Presidente degli Stati Uniti d’America, più che parlare del problema del razzismo, ha minacciato di scatenare l’esercito se non si fosse ristabilito l’ordine.

Parole che non sono piaciute a nessuno, o quasi. E quel quasi è rappresentato dall’ex bassista dei Nirvana Krist Novoselic che, secondo quanto riportato da Consequence of Sound, dalla sua pagina Facebook avrebbe fatto sapere di aver guidato da Wahkiakum a Seattle e di non aver visto alcuna violenza. «Guidando sono passato davanti a gente normale che è già stressata dal Covid. I social media e la televisione stanno diffondendo immagini in loop della crisi».

«So quanti di voi non sopportino Trump, ma il suo discorso è stato forte. Immaginate se le cosiddette “milizie patriottiche” stessero scatenando questo tipo di inferno: se così fosse, la sinistra accoglierebbe con favore l’intervento federale», ha osservato Novoselic. «La maggior parte degli americani vuole la pace nelle loro comunità e il presidente Trump ha parlato di questo. Lasciamo perdere i dettagli legali che pochi capiscono, Trump ha detto che avrebbe fermato la violenza e questo parla a molti».

Ecco gli screenshot dal suo profilo, che ora non è più pubblico:

Non si sono fatte attendere le risposte degli utenti: «Spero che sia tutto fake», scrive AJ Dawin. «Preferisco pensare con la mia testa», risponde lui.