Nirvana, e se il nuovo frontman fosse Chad Kroeger dei Nickelback?

Una campagna nata sui social avrebbe individuato il sostituto ideale di Kurt Cobain, fissando già il luogo e la data del primo concerto targato Nickelvana.

È subito nostro dovere fare una precisazione: neghiamo fin da ora qualunque responsabilità se il cuore di chi conserva il vinile originale di In Utero come una reliquia dovesse improvvisamente fermarsi, ma che i social siano pieno di stranezze d’altronde è cosa ormai nota.

È da Facebook, infatti, che parte la campagna velatamente ironica che vuole una reunion dei Nirvana alle porte, con tanto di primo concerto con la nuova formazione fissato per il primo gennaio 2019 al Nirvana Hair and Beauty Bar di Manchester. Già, perché la notizia qui riguarda proprio l’eventuale nuova formazione, per cui gli ideatori della campagna vedono come papabile sostituto di Kurt Cobain niente meno che Chad Kroeger, il frontman dei Nickelback, una delle band più bistrattate della musica contemporanea.

Attualmente le persone che hanno dichiarato la partecipazione all’immancabile evento sono circa 900, mentre in 2500 circa hanno espresso interesse. Alcuni hanno capito il tema della campagna, entusiasti del tour dei Nickelvana e invocando la partecipazione di Avril Lavigne, ex compagna di Kroeger. Altri invece non hanno voluto cedere allo scherzo, gridando allo scandalo dato che la sola idea di Kroeger come novello Cobain sarebbe “terribile e offensiva”.