Nell’album di Eddie Vedder ci sono anche Elton John, Stevie Wonder… e il padre morto | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Nell’album di Eddie Vedder ci sono anche Elton John, Stevie Wonder… e il padre morto

Il cantante dei Pearl Jam ha annunciato gli ospiti di ‘Earthling’, ha pubblicato l’inedita ‘Brother the Cloud’ e ha spiegato come ha trovato vecchie registrazioni del padre scomparso quando lui aveva 13 anni

Una nuova canzone, un album pieno di ospiti, un fantasma. Eddie Vedder ha pubblicato oggi Brother the Cloud, terzo estratto dall’album Earthling che uscirà l’11 febbraio. Il pezzo racconta lo sconvolgimento emotivo causato dalla perdita di una persona cara: “Darei tutto quel che ho” canta Vedder “per riaverlo indietro”.

Nell’album, oltre al produttore e co-autore Andrew Watt che di questo progetto è un po’ il braccio destro di Vedder e che è stato scelto per il lavoro fatto con Morrissey, a Chad Smith e Josh Klinghoffer (questi ultimi due rispettivamente membro ed ex membro dei Red Hot Chili Peppers), a Benmont Tench degli Heartbreakers di Tom Petty, a Glen Hansard, a Pino Palladino e alla figlia Harper Vedder, sono state annunciate le presenze di ospiti come Elton John, Stevie Wonder (in Picture) e Ringo Starr. Sotto la tracklist.

Non solo. Vedder ha spiegato al mensile Mojo che ha suato registrazioni del padre. È una delle storie fondanti dei Pearl Jam e sta alla base del loro primo grande successo Alive: Vedder è stato infatti cresciuto da un padre adottivo, col quale ha avuto un rapporto confluttuale, mentre ha visto solo tre o quattro volte il padre biologico, un amico di famiglia morto quando il futuro cantante dei Pearl Jam aveva 13 anni.

«Piùà o meno 10 anni fa è successa una cosa incredibile», ha spiegato Vedder a Mojo. Il cantante ha scoperto che un ex giocatore dei Chicago Cubs, Carmen Fanzone, era anche un trombettista e che il suo tastierista era stato il migliore amico di suo padre. L’uomo gli ha portato delle foto e una registrazione con cinque pezzi del padre che canta. «Ho portato quella registrazione in giro con me per due, tre mesi, non ero pronto ad ascoltarla. Alla fine ho trovato il coraggio in Argentina, dopo aver bevuto un paio di bottiglie di vino. Era bravo. Era come se mi avesse lasciato un messaggio». Vedder ha preso quelle registrazioni della voce del padre e con Watt le ha integrate all’album.

Nei mesi scorsi Eddie Vedder ha pubblicato altri due pezzi tratti dal disco: Long Way e The Haves. In febbraio sarà in tour negli Stati Uniti accompagnato dagli Earthlings, ovvero il batterista Chad Smith, il bassista Chris Chaney (Jane’s Addiction), il chitarrista Josh Klinghoffer, l’amico cantautore Glen Hansard e Andrew Watt alla chitarra.

La tracklist di Earthling:

Invincible
Long Way
Power of Right
Brother the Cloud
Fallout Today
The Dark
The Haves
Good and Evil
Rose of Jericho
Try
Picture
Mrs. Mills
On My Way

Altre notizie su:  Eddie Vedder