Nella notte di ‘Red’, Taylor Swift ha fatto il giro dei late night show: i video | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Nella notte di ‘Red’, Taylor Swift ha fatto il giro dei late night show: i video

Ha presentato da Fallon e Meyers la ‘Taylor’s Edition’ dell’album del 2012 appena pubblicata. Stanotte uscirà il corto della versione da 10 minuti di ‘All Too Well’ e partirà la caccia agli Easter egg

Taylor Swift da Fallon

Taylor Swift ha pubblicato stanotte la Taylor’s Version di Red, accompagnandola con un paio di apparizioni ai late night show americani.

Prima tappa: il Tonight Show Starring Jimmy Fallon, di fronte a un pubblico composto da veterani, in onore del Veterans Day. Swift ha giocato con Fallon a “Box of Lies”, fornendo descrizioni del contenuto di alcune scatole, descrizioni che il presentatore doveva indovinare se vere o false (spoiler: Taylor sa bluffare molto bene), e ha parlato della ri-registrazione di Red dicendosi particolarmente emozionata per la presenza della versione integrale di All Too Well lunga 10 minuti. Prima della pubblicazione nel 2012 il pezzo era stato ridotto nel formato più canonico di cinque minuti e mezzo.

Swift ha parlato anche dei piccoli enigmi che ama diffondere e che i fan sono chiamati a risolvere. «Ho cominciato a farlo quando avevo 14, 15 anni, ai tempi del primo album. L’ho fatto per incentivare i fan a leggere i testi, perché del lavoro che faccio i testi sono la parte di cui vado più fiera. La cosa mi è sfuggita di mano quando ho capito che non mi divertivo solo io, ma anche loro e ho cominciato a domandarmi cose tipo: posso anticipare qualcosa con un messaggio criptico tipo tre anni prima?».

I due hanno parlato anche del corto di All Too Well che uscirà all’una di notte italiana fra il 12 e il 13 novembre e che contiene molti Easter egg. «È ridicolo quanti ce ne sono». Scritto e diretto dalla cantante, il video è interpretato da lei con Sadie Sink e Dylan O’Brien.

Swift è andata anche al Late Night With Seth Meyers, dove ha parlato tra le altre cose dell’operazione di ri-registrazione del catalogo. «Sento il bisogno di spiegare perché lo faccio, perché so che non è tanto normale. Forse non sapete che buona parte degli artisti che amate non possiede la propria musica. L’industria musicale è… uh… Anni fa ho detto chiaramente che avrei voluto comprare la mia musica, ma non me ne è stata data la possibilità ed è stata venduta a qualcun altro. Perciò mi sono detta: queste canzoni le ho registrate io e perciò posso registrarle di nuovo. Ed è quel che stiamo facendo».

Swift ha anche detto che è eccitante rivivere con un po’ di nostalgia i vecchi tempi «con i fan che sono il motivo per cui faccio questo mestiere. E questa volta ho fatto le cose che so che loro, i fan, avrebbero voluto all’epoca. Ascolto i miei fan, le loro teorie, le loro opinioni, e so quali canzoni avrebbero voluto come singoli e quali video avrebbero voluto vedere. E li sto facendo i video», una frase che fa pensare all’uscita di almeno un altro video tratto da Red (Taylor’s Version).

A proposito del corto di All Too Well, ha detto che gli unici attori in grado di interpretare i due protagonisti della canzone sono Sadie Sink e Dylan O’Brien. «Se Sadie avesse detto di no, forse non avrei neanche fatto il video».

Sabato, Taylor Swift sarà l’ospite musicale del Saturday Night Live. È la sua quinta apparizione allo show. Di solito i musicisti ospiti suonano due pezzi. Da Fallon, Swift ha fatto capire che farà la versione lunga di All Too Well.

Altre notizie su:  Taylor Swift