Home Musica News Musica

Morrissey ha scritto una lettera ad Al Gore e Live Earth a favore della cucina vegana

"Servire carne e derivati ad un evento che vuole combattere il cambiamento climatico sarebbe come vendere pistole a una manifestazione contro le armi"

Morrissey in un recente live al Teatro Geox di Padova

Morrissey in un recente live al Teatro Geox di Padova

L’ex voce degli Smiths, Morrissey, è tornato sulla sua eterna crociata contro i carnivori e i maltrattamenti di ogni natura sugli animali.

Questa volta ha impugnato penna (finta) e calamaio (a inchiostro sintetico) per rivolgersi ad Al Gore e a Kevin Wall, numero uno degli eventi Live Earth: una serie di mega concerti in contemporanea da 6 continenti, durante le 24 ore del prossimo 18 giugno.

Ora, visto che i concertoni di Live Earth si prefiggono di sensibilizzare gli abitanti del pianeta sul problema dei cambiamenti climatici, il nostro Morrissey ha trovato l’occasione perfetta per ribadire i punti cardine dei suoi comizi da metà concerto: “Scrivo per chiedervi di fare l’unica cosa che servirebbe di più al pianeta e alla maggioranza dei suoi abitanti: non servite carne e derivati al Live Earth 2015. E non dico di offrire un’opzione vegana nel menu — intendo, non servite proprio carne.”

Per poi proseguire: “Coltivare terra per sfamare animali da macello intacca fortemente la disponibilità mondiale di acqua dolce ed contribuisce alle emissioni di gas serra, deforestazione, perdita della biodiversità e inquinamento di aria e acqua”.

Le parole sono forti e hanno anche un loro senso, perciò non è detto che potrete gustarvi la combo di birra e panino alla salamella del porchettaro dietro al Live Earth.

Leggi anche