Home Musica News Musica

Misfits, è di nuovo Glenn Danzig contro Jerry Only!

Ex leader e attuale frontman uno contro l'altro: il fondatore sostiene di essere stato privato dai proventi della licenza del famoso logo della punk band

Il mitico "Fiend Skull" dei Misfits

Il mitico "Fiend Skull" dei Misfits

Dopo i Black Flag, i Misfits: un’altra band icona della scena punk statunitense finisce – o finirà, per essere precisi – davanti a un giudice per questioni di loghi contesi. Infatti il fondatore Glenn Danzig ha denunciato Jerry Only, prima bassista e poi anche cantante della attuale line-up dei Misfits, per “appropriazione indebita di logo”, che naturalmente è quello che vedete in alto, con l’immagine del teschio minaccioso, il mitico “Fiend Skull”. Non si tratta nemmeno del primo battibecco legale per ex frontman e attuale frontman: negli anni Novanta Only era uscito vincitore da un lungo processo per potersi esibire a nome Misfits proprio contro Danzig.

Anche stavolta Danzig fa sul serio: in un documento consegnato al tribunale del Distretto Centrale della California (si legge qui, dove al posto di “Jerry Only” vedrete il suo nome di battesimo, “Gerald Caiafa”) il rocker sostiene che il collega almeno a partire dal 2000 ha concesso la licenza per l’utilizzo, appunto, del teschio più famoso della musica punk come se fosse solo suo. Così sarebbe finito su magliette, cappelli, toppe, adesivi e chi più ne ha più ne metta, ma Danzig contesta la cosa: secondo la sua ricostruzione Only avrebbe registrato il logo come suo personale, senza includere Danzig che fondò la band nel lontano 1977 usando come immagine distintiva un disegno ispirato al cattivo del film del 1946 The Crimson Ghost.

Venticinque canzoni dei Misfits in un’unica playlist:

Il documento di Danzig è stato depositato lo scorso mese e non è ancora chiaro se un giudice riterrà che debba essere oggetto di un processo.

Leggi anche