Miley Cyrus: «Non mi pento delle foto nuda a 15 anni, Fuck You»

La popstar ritorna dieci anni dopo sullo scatto controverso di Annie Leibovitz, pubblicato su Vanity Fair quando era ancora il volto di Hannah Montana.

Miley Cyrus torna a far parlare di sé, ancora una volta per il rapporto quanto meno tortuoso che lega la popstar al proprio corpo, tra pentimenti per quando cantava nuda sulla palla da demolizione nel video Wrecking Ball diretto da Terry Richardson per poi, solo qualche mese dopo, tornare a spogliarsi per un altro big della fotografia come David LaChapelle.

La polemica del giorno, invece, riguarda una foto controversa, pubblicata esattamente 10 anni fa da Vanity Fair e scattata da Annie Leibovitz, dove la cantante allora quindicenne era ritratta soltanto coperta da un lenzuolo, con la schiena nuda. All’epoca Cyrus era il volto della serie tv prodotta dalla Disney, Hannah Montana, e quello scatto fece il giro del mondo con la casa di produzione che accusò la rivista di “aver manipolato una quindicenne per vendere più copie” e l’attrice che si scusò ufficialmente con i fan.


Bene, a dieci anni di distanza Miley sembra aver cambiato idea riguardo a quella foto: pensiero affidato a un tweet chiuso con un emblematico “Fuck You” quasi fosse una didascalia alla copertina di un numero del New York Post del 2008, che in prima pagina strillava “La vergogna di Miley”, con tanto di sottotitolo “l’Hannah’ della TV si scusa per la sua foto quasi nuda”.

Leggi anche: