Mietta: «Esigo delle scuse da chi mi ha messo alla gogna» per non essere vaccinata | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Mietta: «Esigo delle scuse da chi mi ha messo alla gogna» per non essere vaccinata

La cantante è risultata positiva al Covid durante la trasmissione ‘Ballando con le stelle’, da cui è stata esclusa. «Sei vaccinata?», le ha chiesto in diretta Selvaggia Lucarelli. La risposta su Instagram

Mietta in collegamento video sabato sera con 'Ballando con le stelle' dopo l'esclusione

Foto da RaiPlay

«Esigo delle scuse da chi mi ha messo alla gogna», scrive su Instagram Mietta. «Resta inteso che agirò in ogni sede per tutelare la mia privacy e la mia dignità». La cantante si riferisce a quanto accaduto sabato sera durante la trasmissione di Rai 1 Ballando con le stelle a cui stanno partecipando tra gli altri anche Morgan e Arisa.

Risultata positiva al Covid, Mietta e di conseguenza il suo partner nella trasmissione Maykel Fonts sono stati «momentaneamente eliminati». La cantante è risultata positiva al tampone «che facciamo tutte le settimane anche se siamo tutti vaccinati, noi», ha detto la conduttrice Milly Carlucci durante la diretta di sabato sera, mentre i due concorrenti esclusi erano collegati in video.

Selvaggia Lucarelli, che fa parte della giuria, è intervenuta subito dicendo a Carlucci che «mi auguro che concorrenti e ballerini siano tutti vaccinati: anche Mietta e Maykel?». Il ballerino ha detto di essere vaccinato, Mietta ha replicato: «Perché dobbiamo parlarne adesso?». «Questo è un programma in cui ci si tocca, si suda, si sta tutti insieme, chi non è vaccinato può mettere a rischio la salute di noi tutti», ha detto Lucarelli. Mietta ha replicato che «nessuno vuole mettere a repentaglio la salute di nessuno», senza però dire che è vaccinata.

Lo ha fatto su Instagram commentando quanto accaduto e la coda di polemiche social che è seguita. «Sono profondamente dispiaciuta per quanto accaduto», scrive Mietta, «mi trovo costretta a chiarire bene la situazione venendo meno a quello spirito di riservatezza che mi contraddistingue».

«Io non sono contraria al vaccino», scrive la cantante, «ma non l’ho ancora effettuato per motivi di salute che riguardano esclusivamente me. Quando ci saranno le condizioni non avrò problemi a farlo, ma al momento non posso. Trovo vergognoso dovermi giustificare ed essere costretta a mettere in piazza una situazione così privata per la quale non mi ero ancora confrontata con chi intendevo confrontarmi. Proprio per questo ieri sera sono rimasta spiazzata, perché non volevo condividere il mio privato indiretta».

«In queste settimane ho lavorato regolarmente effettuando una serie di tamponi che mi hanno garantito il rilascio del green pass, unica vera discriminante per potere lavorare. La legge prevede obbligo di green pass, non di vaccinazione», scrive ancora Mietta, che conclude: «Resta inteso che agirò in ogni sede a tutela della mia privacy e della mia dignità e che mi aspetto delle scuse da chi mi ha messa inopinatamente alla gogna».

Ecco il post integrale di Mietta:

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Mietta (@mietta_official)

Su Facebook, Selvaggia Lucarelli ha aggiunto che «per me è un tema di responsabilità INDIVIDUALE: in un programma come questo, se non ti vaccini, stai a casa. La legge ti consente di partecipare, il buonsenso dovrebbe dirti di no».

Lucarelli ha argomentato la propria tesi nelle storie Instagram: contrariamente a quanto ha detto qualcuno, «io non ho affatto insistito per sapere se Maykel Fonts e Mietta fossero vaccinati. Ho solo chiesto se fossero vaccinati, non l’ho chiesto una seconda volta, non c’è stata alcuna violazione della privacy, c’è stata una domanda io credo legittima».

E ancora: «È un tema di responsabilità personale. Ballando è un programma corale e di grande contatto fisico. Se una persona non si vaccina perché è ideologicamente contraria al vaccino oppure perché ha problemi e non può vaccinarsi come, sembra, nel caso di Mietta, dal mio punto di vista deve stare a casa. Oppure al limite se ti si fa una domanda del genere ti togli dall’imbarazzo dicendo: “Non ti posso dire la ragione per cui non mi sono vaccinata, però posso dirti che non appena supererò questo problema di salute mi vaccinerò”. Perché in quel momento stava passando un messaggio che io non voglio passi, ovvero che una persona vaccinata aveva contratto il virus e questo non era vero».

Altre notizie su:  Mietta