Mark Lanegan: «Jesse Hughes è andato fuori di testa, mi si spezza il cuore»

Il frontman degli Eagles of Death Metal – sul palco del Bataclan durante l'attentato - aveva criticato duramente gli studenti che hanno marciato per la 'gun regulation'.
Mark Lanegan

Jesse Hughes, il frontman degli Eagles of Death Metal, si è trovato al centro di una polemica incendiara dopo aver attaccato sui social media gli studenti del movimento March for Our Lives, gli stessi che hanno manifestato per la gun regulation: «Spero che questi sciacalli possano vivere più a lungo possibile, così da potersi vergognare ogni minuto», ha detto su Twitter, «che siano maledetti».

Mark Lanegan – in un tweet poi cancellato, come i post di Hughes – gli ha risposto direttamente: «Se penso ai bei momenti passati insieme… mi si spezza il cuore a vederti andare fuori di testa», ha scritto. «Torna indietro, fratello».

Tra i tweet “incriminati” ce n’è uno dedicato a Emma Gonzàlez, la ragazza simbolo del movimento, photoshoppata come se stesse per stracciare la Costituzione americana. «La soluzione al problema di chi infrange la legge (come quella contro l’omicidio) è… passare un’altra legge! Geniale!», ha scritto Hughes. «Prima di approvarla, però, c’è tempo per denigrare la memoria di 16 morti per un po’ di like su Facebook e l’attenzione dei media…».