Home Musica News Musica

Mark Hoppus smentisce le dichiarazioni di Tom DeLonge

Il chitarrista aveva detto che i membri originali dei Blink si erano incontrati nei giorni scorsi per parlare di reunion

Mark Hoppus, Travis Barker e Tom DeLonge in uno scatto del 2011. Foto: Facebook

Mark Hoppus, Travis Barker e Tom DeLonge in uno scatto del 2011. Foto: Facebook

Mark Hoppus ha smentito le dichiarazioni di Tom Delonge che sostiene di aver recentemente incontrato i membri originali dei Blink: «Non parlo con Tom da un anno e mezzo».

In una recente intervista per Rolling Stone, DeLonge aveva detto di non aver mai lasciato ufficialmente i Blink, tantomeno di esser stato mandato via. E l’aveva ribadito con un post su Facebook: «Abbiamo un futuro insieme, basta volerlo. Ma per ora siamo solo un po’ impegnati in cose differenti».

Hoppus invece ha risposto dicendo: «È una cosa così ipotetica che non la considererei nemmeno. Il suo post mi ha sorpreso. Mai dire mai ma ora i Blink-182 sono quelli che vedete. Stiamo bene e siamo eccitati per quello sta per succedere».

I Blink hanno annunciato il loro nuovo album California, anticipato dal singolo Bored to Death. Il gruppo sta inoltre per partire per un tour estivo insieme agli A Day to Remember e, in alcune date con gli All American Rejects o gli All Time Low. L’album uscirà il 1 luglio mentre il tour americano parte il 22 a San Diego.

Intanto DeLonge continua a lavorare su una serie di progetti. Dal multimediale To The Stars, che oltre ad essere un disco sarà anche un libro e un film a Sekret Machines Book 1: Chasing Shadows, un romando di 700 pagine scritto col professore universitario A.J. Hartley. Nonostante si parli di finzione, Tom ha dichiarato a Rolling Stone che il libro includerà informazioni che arrivano da “fonti vicine all’industria aerospaziale, al Dipartimento di Difesa e alla NASA”, aggiungendo: «ho chiesto il permesso per dirvi questa frase».