Marilyn Manson, parla l’ex moglie Dita Von Teese: «Con me è stato diverso» | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Marilyn Manson, parla l’ex moglie Dita Von Teese: «Con me è stato diverso»

Arrivano le dichiarazioni della diva del burlesque dopo le accuse di abusi sessuali mosse da Evan Rachel Wood. Intanto, anche Wes Borland dei Limp Bizkit e Trent Reznor si schierano contro la rockstar

Dita Von Teese e Marilyn Manson

Foto: Sylvain Gaboury/FilmMagic

Dopo le accuse di abusi sessuali mossi dall’ex compagna Evan Rachel Wood, parla un’altra celebre ex di Marilyn Manson. È Dita Von Teese, la diva del burlesque che è stata sposata con la rockstar dalla fine del 2005 all’inizio del 2007.

Dopo aver ringraziato «tutti quelli che hanno espresso preoccupazione nei miei confronti: apprezzo la vostra gentilezza», Dita Von Teese ha scritto su Instagram che la sua esperienza con Manson è stata molto diversa da quella raccontata da Wood. «I dettagli resi pubblici non corrispondono alla mia esperienza personale, durante i sette anni di relazione con lui. Se ciò fosse successo, non l’avrei sposato nel dicembre del 2005. L’ho lasciato dopo poco più di un anno a causa dei suoi tradimenti e della sua dipendenza dalle droghe».

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da ?Dita Von Teese (@ditavonteese)

In seguito alle accuse di Wood, ora al vaglio di un’indagine dell’FBI, altre ex come Rose McGowan hanno denunciato la condotta sessuale dell’artista, e la sua ultima etichetta – la Loma Vista Recordings – l’ha scaricato. Così hanno fatto anche la CAA, l’agenzia che lo rappresentava, e la produzione della serie American Gods, di cui non farà più parte.

E arrivano altri colleghi a rincarare la dose su Manson. Trent Reznor ha dichiarato: «Nel corso degli anni, ho sempre detto che Manson non mi piace, e che con lui ho interrotto ogni rapporto 25 anni fa. Come ho detto quando è stato pubblicato il libro, il passaggio della sua autobiografia che mi riguarda è un’invenzione totale. Sono incazzato oggi come allora».

E anche Wes Borland dei Limp Bizkit si schiera contro di lui: «Sono stato nella sua band per nove mesi. Non è una gran persona. Ogni cosa che la gente dice di lui è vera. Non ascoltate quelli che dicono di queste donne “Si sono fatte avanti solo ora”: fanculo, stanno dicendo la verità. Lui è così. Ha un talento enorme, ma è un tipo incasinato, ha bisogno di essere controllato, di smetterla con le droghe, di venire a patti con i suoi demoni. È una persona cattiva, cazzo. Io c’ero quando stava con Evan Rachel Wood, ero spesso a casa sua, non c’era una bella aria. Una volta, invece, ha cercato di strozzare me mentre eravamo sul palco. Io l’ho ribaltato, l’ho zittito. Una volta ero il suo più grande fan, ora non più. Addio».