Manuel Agnelli, guarda il video di ‘La profondità degli abissi’ | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Manuel Agnelli, guarda il video di ‘La profondità degli abissi’

C’è anche un’altra canzone nuova da ascoltare, ‘Pam pum pam’. Sono contenute nella colonna sonora di ‘Diabolik’ dei Manetti Bros, che ringraziano Manuel: «Le tue canzoni hanno dato moltissimo al film»

Manuel Agnelli

Manuel Agnelli nel video di 'La profondità degli abissi'

Una band nella quale si riconosce il violinista Rodrigo D’Erasmo suona nella penombra un riff pesante, fra il rock e l’industrial. Un uomo con una maschera fetish inizia a cantare unendo le mani: “C’è chi segue una religione…”. Appare il volto di Miriam Leone.

Inizia così il video di La profondità degli abissi di Manuel Agnelli diretto dai Manetti Bros e Niccolò Falsetti. Il pezzo è tratto dalla colonna sonora di Diabolik, il film dei Manetti tratto dal fumetto super cult con Luca Marinelli (Diabolik), Miriam Leone (Eva Kant) e Valerio Mastandrea (l’ispettore Ginko), al cinema dal 16 dicembre.

Nel video, dove la performance si mescola a immagini tratte dal film, i musicisti della band muoiono uno dopo l’altro, fino quando non tocca al diabolico Manuel… o forse no.

La profondità degli abissi non è l’unica canzone che Agnelli, atualmente impegnato a X Factor, ha pubblicato a mezzanotte. È uscita anche Pam pum pam, sempre contenuta nella colonna sonora di Diabolik e prodotta come l’altra da Tommaso Colliva.

«Lavorare con te Manuel» scrivono i Manetti Bros «è stata un’esperienza eccezionale e le tue canzoni hanno dato moltissimo al film. Al di là di ogni previsione. Di solito le canzoni servono alla promozione di un film, le tue hanno contribuito ben di più al valore assoluto del nostro amatissimo film prossimo all’uscita».

Non sono i primi pezzi senza Afterhours a nome Manuel Agnelli, che ha partecipato a vari progetti specie di cover, oltre a pubblicare il live con Rodrigo D’Erasmo An Evening with Manuel Agnelli. Il musicista, però, non aveva mai pubblicato due pezzi autografi e che chissà che non ne arrivino altri in futuro. Lui stesso lo definisce «un debutto da solista a 55 anni».

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Manuel Agnelli (@aew.manuelagnelli)

Altre notizie su:  Manuel Agnelli