Lucio Battisti non è più su Spotify

La raccolta pubblicata ieri sui servizi di streaming è già stata rimossa. E ce lo aspettavamo

Lucio Battisti, foto Fotogramma / IPA


È durata pochissimo la presenza di Lucio Battisti sulle piattaforme di streaming. La raccolta Il Meglio Di Lucio Battisti, pubblicata qualche ora fa, è sparita da Spotify e Deezer.

Che si trattasse di un gesto “non autorizzato” c’erano pochi dubbi. L’etichetta che ha effettuato l’upload, la Universal Digital Enterprise, non è in nessun modo legata a Universal Music o ad Acqua Azzurra – società della famiglia Battisti. Inoltre, la release presentava diversi errori di battitura nei titoli delle canzoni, oltre a una qualità audio piuttosto bassa.

Insomma, più che uno storico sbarco di Lucio nel mondo del digital, l’operazione era sembrata semplicemente l’opera di qualche “furbetto”. Mogol, intervistato da Repubblica, aveva commentato così: «Non ne so nulla, ma se fosse vero sarebbe una buona notizia. Sono canzoni che i giovani potrebbero ascoltare, sarebbe una fonte di conoscenza davvero importante. La cultura popolare e la musica sono nel cuore della cultura del nostro paese e le canzoni che Lucio ha scritto con me in tanti anni meritano di essere ascoltate».

La notizia era stata accolta con grande entusiasmo dai fan che da anni aspettano di poter ascoltare il catalogo di Lucio anche su supporto digitale. Ma c’è da aspettare ancora.