«Lo show non funzionava»: Adele spiega perché ha rinviato i concerti a Las Vegas | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

«Lo show non funzionava»: Adele spiega perché ha rinviato i concerti a Las Vegas

In un primo momento, la cantante aveva dato la colpa della cancellazione della residency ai ritardi e al Covid. Ora ha spiegato che lo spettacolo non era all'altezza delle aspettative. «Non posso esibirmi solo perché devo, per non deludere il pubblico o perché ci sono in ballo un sacco di soldi»

Adele a Hyde Park

Foto: Gareth Cattermole/Getty Images

Adele è tornata ad esibirsi su un palco (ad Hyde Park, Londra) ma, come raccontato a BBC 4 Radio, non ha messo di pensare alla residency a Las Vegas che ha rimandato all’ultimo minuto a gennaio.

«Sento di aver deluso tutti e sono devastata e spaventata per questo» ha raccontato Adele a Desert Island Discs di Lauren Lavern. «Pensavo che ce l’avremmo fatta a far funzionare tutto, ma così non è stato ed è stato giusto prendere quella decisione. Non posso fare uno show solo perché devo, per non deludere il pubblico o perché ci sono in ballo un sacco di soldi. Non posso. Lo show semplicemente non era sufficientemente buono». E ha aggiunto: «Non mi si può comprare».

I concerti dei Weekends with Adele, programmati nei fine settimana da gennaio ad aprile 2022, sono stati rimandati il giorno prima della serata d’apertura a causa di «ritardi nelle consegne» che avrebbero reso lo show inadeguato, come ha detto in un primo momento Adele.

«Mi spiace, ma il mio show non è pronto. Abbiamo provato in tutti i modi a farcela in tempo e avere qualcosa di valido, ma siamo stati martoriati da continui ritardi nelle consegne dei materiali e dal Covid», aveva raccontato la cantante visibilmente emozionata su Instagram. «Metà delle persone che lavorano con me sono ferme per il Covid ed è impossibile finire di preparare lo spettacolo. Non posso darvi quello che vorrei, sono distrutta».

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Adele (@adele)

Adele, sempre su BBC 4 Radio, ha ricordato quel momento: «Per un paio di mesi mi sono sentita svuotata, ho dovuto aspettare di elaborare quello che era successo e superare i sensi di colpa; è stato tosto».

In passato Adele si è detta «sicura al 100%» che la residency a Las Vegas si sarebbe recuperata, ora non sembra altrettanto e durante l’intervista radiofonica si è limitata a un laconico «ci sto ancora lavorando».

«Non vi darò aggiornamenti finché non ci sarà qualcosa di concreto su cui aggiornarvi, non vorrei che qualcuno rimanesse nuovamente deluso».

Per ora Adele non ha altri concerti in programma per il 2022.

Altre notizie su:  Adele