Little Steven: «I Måneskin stanno riportando da soli il rock nel mainstream mondiale» | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Little Steven: «I Måneskin stanno riportando da soli il rock nel mainstream mondiale»

Stevie Van Zandt era al concerto di New York. È il suo secondo endorsement della band italiana, «miei fratelli e sorella»

Cinque mesi fa, dopo la vittoria del Måneskin all’Eurovision, si era limitato a un «niente male» in risposta a un fan che gli chiedeva un parere su Zitti e buoni. «L’ultima volta che ho guardato l’Eurovision erano tutte ballate. È un bel cambiamento».

Questa volta Stevie Van Zandt, alias Little Steven, rocker americano che si divide fra l’attività solista, quella al fianco di Bruce Springsteen nella E Street Band e quella di attore, dichiara ancora più chiaramente il suo apprezzamento per quel che sta facendo la band italiana.

Il chitarrista era al concerto dell’altro ieri sera al Bowery Ballroom di New York. Si è fatto scattare una foto assieme ai quattro e ha commentato quel che stanno facendo su Twitter.

«Eccomi con miei fratelli e la mia sorella dei Måneskin che hanno tirato giù il Bowery Ballroom ieri sera», scrive. «Stanno riportando da soli il rock nel mainstream mondiale».

A questo link trovate alcuni video prodotti da fan dello show newyorchese, qui la nostra ultima intervista a Little Steven sul suo libro Memoir.

I Måneskin suoneranno al Roxy di Los Angeles l’1 novembre. Il 6 novembre apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas.

Sempre su Twitter, Little Steven ha risposto in italiano a un account che metteva in dubbio che i Måneskin sappiano chi è il chitarrista di Springsteen: «Loro sanno! Saccente!».

A chi gli chiedeva il motivo di tanti commenti negativi sui Måneskin provenienti da italiani, ha scritto (questa volta in inglese): «Non ho visto molti commenti negativi. L’Italia dovrebbe essere orgogliosa! Le loro canzoni possono piacere o meno, ma ogni vero fan del rock dovrebbe apprezzare il fatto che, dopo tanti anni in cui era sparito, stanno riportando il rock nel mainstream e all’attenzione dei più giovani. E questa è una cosa buona per tutti quanti».

Altre notizie su:  little steven Maneskin