Home Musica News Musica

Pirati e fattori nel nuovo video dei genovesi Od Fulmine con Davide Toffolo

"La Verità" è il primo singolo da "Lingua Nera", l'album in uscita il 9 settembre per La Tempesta Dischi. Guarda il video in esclusiva su Rolling Stone

La Verità anticipa il secondo album della band genovese, Lingua Nera, in uscita il 9 settembre per La Tempesta Dischi. Tra i membri degli Od Fulmine ci sono tracce di Meganoidi, Numero 6 ed Esmen, altre band (ed ex-band) liguri. Il video che accompagna il brano è stato girato da Stefano Poletti alla fattoria La Castagnola, l’allevamento di Stefano Piccardo, in una due giorni di riprese, cene e canzoni tra pirati, fattori, animali e saltimbanchi. L’idea è una sorta di loop, una ripetizione, una festa bucolica senza fine.

«Gli Od Fulmine raccolgono l’eredità della musica genovese di questo secolo da poco cominciato, e alzano la bandiera di una scena indipendente sempre sorprendente. Io mi sono trovato in questi mesi a cantare “La Verità” a squarciagola, da solo, nel giro d’ Italia del tour dei Tre allegri ragazzi morti. Da oggi sarà per tutti evidente il motivo». Racconta l’ospite del brano Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, che se ne è innamorato fin da subito: «La verità è una canzone bellissima, memorabile per testo e musica. Quando Mattia Cominotto, cantante degli Od Fulmine e già produttore de La seconda rivoluzione sessuale, il quinto lavoro in studio di Tre Allegri ragazzi morti, mi propose di partecipare al brano, mi sembrò naturale immaginare una doppia voce, come avevamo fatto per la canzone Il mondo Prima appunto dei Tre allegri registrata da Mattia al Green Fog di Genova. Io mi prendo la parte più bassa e Mattia i registri alti. Sono orgoglioso di come è venuta. L’emozione della canzone cresce con questa specie di mostro a due teste che la canta e sono sicuro porterà chi la ascolta a voler scoprire tutto il disco nuovo, e anche quello precedente degli Od Fulmine e il loro immaginario di pirati alla deriva, quali un poco tutti, di questi tempi, siamo».